Costa Concordia: le vittime accertate sono sei, sospesi i soccorsi

Costa Concordia: le vittime accertate sono sei, sospesi i soccorsi

PORTO SANTO STEFANO, 16 GENNAIO – Sale il numero delle vittime della Costa Concordia. A tre giorni dal grave incidente avvenuto nelle acque antistanti l’isola del Giglio, si continua a cercare, ma le speranze si affievoliscono.

Questa notte la grande nave ha restituito il corpo della sesta vittima, un uomo, non ancora identificato, ma sicuramente un passeggero. È stato trovato sul secondo ponte, quello non immerso dall’acqua e con indosso il giubbotto salvagente.

Questo avviene dopo il ritrovamento del corpo dei due anziani, sempre passeggeri, sempre con giubbotto, avvenuta la notte prima. Il primo era un passeggero spagnolo, Gual Guillermo, classe 1943, e il secondo Giovanni Masia, classe 1926. Masia era stato dato per disperso dal figlio Claudio, 49 anni, che era riuscito a mettere in salvo la moglie, i figli di 8 e 13 anni e la madre, di 83. Quando è tornato a prendere il padre, non l’ha più trovato, spezzando le speranze avute dopo il ritrovamento dei tre superstiti, il commissario di bordo Manrico Giampedroni, ferito a una gamba, e una coppia di giovani coreani in viaggio di nozze, grazie alle voci provenienti dall’interno della loro cabina.

Grave anche il bilancio dei dispersi, attualmente risultano essere sedici: 10 passeggeri e 6 membri dell’equipaggio.

+ Speciale Costa Concordia:  Tutte le notizie sul Titanic italiano

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=krf_HQ1HVd8[/youtube]

Alessandra Scarciglia

APPRFONDIMENTI  Blue Monday: perché è il giorno più triste dell’anno

Leave a Reply

Your email address will not be published.