Bologna, cresce il prezzo dell’acqua. Bollette salate nel 2012

BOLOGNA, 20 DICEMBRE – A fronte delle dichiarazioni dell’Assessore provinciale Burgin, secondo cui dall’anno prossimo la tariffa dell’acqua dovrebbe aumentare per il mancato introito dovuto ad una quantità d’acqua venduta minore rispetto alle previsioni del management di Hera, chi deve pagare è lo stesso management che ha palesemente sbagliato i calcoli, e non i cittadini come sempre avviene!”, questo sostiene Paolo Nanni, capogruppo dell’Italia dei Valori a Palazzo Malvezzi.

“Sarebbe perlomeno assurdo che una famiglia per risparmiare consumi coerentemente meno acqua e poi si ritrovi a pagare la stessa cifra o addirittura più alta dell’anno precedente nelle bollette, tutto questo perchè? Perchè una clausola contrattuale prevede che vi sia un adeguamento delle tariffe per mancato introito nel caso le quantità vendute siano inferiori a quelle preventivate da Hera” continua l’esponente IDV.

[ad#HTML][ad#Google Adsense]

“Ciò che mi colpisce in senso negativo è che i Sindaci, azionari di maggioranza, sono o dovrebbero esser a conoscenza di tutto ciò, quindi non posso far altro che esortarli ad intervenire perchè non vi siano aumenti dovuti a quanto precedentemente esposto, oppure siano responsabili e spieghino ai cittadini come stanno le cose.” conclude il dipietrista.

Redazione

APPRFONDIMENTI  Formentera: cosa visitare e provare nell'isola amata dai bolognesi

Leave a Reply

Your email address will not be published.