Kepler 22b, scoperto a 600 anni luce un pianeta simile alla Terra

BOLOGNA, 6 DICEMBRE – KEPLER 22b è stato trovato a 600 anni luce dalla terra ed ha preso il nome dalla missione, o meglio dal satellite che lo ha individuato, setacciando le stelle presenti nelle costellazioni del Cigno e della Lira. Il campione da analizzare consisteva in un modesto numero (centocinquantamila esemplari) di corpi celesti.

Il sistema  con cui il dispositivo Kepler che ha svolto il lavoro è ormai utilizzato da tempo: misura le variazioni luminose della luce stellare davanti a cui transitano i pianeti extrasolari per cercare di identificarne la posizione, la natura chimica di composizione, i periodi di rivoluzione attorno al proprio mozzo solare.

[ad#Google Adsense][ad#HTML]

Il pianeta individuato è l’unico di cui gli scienziati della Nasa, hanno confermato l’esistenza e la natura, anche se i candidati al gemellaggio con la terra sono circa 10 sugli oltre mille pianeti soggetti allo screening.

Il motivo per cui Kepler 22b è stato classificato come pianeta di tipo terrestre è perché possiede determinate caratteristiche: la giusta distanza dal sole (che consente la presenza di acqua allo stato liquido in superficie), un periodo di rivoluzione dell’orbita percorsa di 290 giorni circa, dimensioni pari a circa 2,4 volte la terra. Si suppone che la sua temperatura superficiale sia leggermente più fredda rispetto a quella terrestre.

Notizie di questo genere fanno sembrare un posto meno freddo ed inospitale.

Luca Brandetti

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.