T-Days, Bologna diventerà un’isola pedonale

Bologna T Days

BOLOGNA, 04 DICEMBRE – “La giunta deve dare piena e rapida attuazione al piano di pedonalizzazioni che per ora si è concretizzato nei 4 giorni di T–days – dichiara Claudio Dellucca, presidente di Legambiente Bologna – si attivi un piano di confronto al quale siamo disponibili a partecipare insieme alle altre associazioni che si riconoscono in Bologna pedonale, con il sostegno di 8500 firme di cittadini bolognesi.”

La giunta ha ricevuto un mandato preciso dagli elettori per rendere più vivibile la nostra città : nessuna macchina indietro, anzi, siamo a sottolineare che di fronte agli sforamenti fuori limite dei livelli delle polveri sottili (52 dall’inizio dell’anno, 10 consecutivi nell’ultima decade di novembre) occorre adottare nell’emergenza anche misure che portino ad una diminuzione rapida delle emissioni in atmosfera per evitare rischi immediati per la salute.

Non c’è necessità  di alcun referendum: quello dell’84 è rimasto per troppo tempo inattuato, anche a causa delle resistenze messe in atto da quelle associazioni degli esercenti che oggi portano ancora una volta dati non convincenti o letture comunque non pertinenti rispetto ai loro incassi .

Lo ribadiamo ancora: il centro non è idoneo ad accogliere i veicoli a motore, quelli che entrano oggi sono già  troppi, tante altre città hanno pedonalizzato porzioni ben ampie del proprio centro storico senza che questi provvedimenti abbiano portato alla chiusura di esercizi, anzi….

Quindi avanti tutta e, se qualcuno promuoverà assurde motorinate, proponiamo di organizzare una sana biciclettata, a sostegno di una città più a misura dei suoi residenti e dei turisti, dei pedoni interessati a viverla meglio, meno schiavi del rumore e dello smog, e anche, udite udite, a fare acquisti nei negozi.

APPRFONDIMENTI  Baby Gang terrorizza Bologna: i residenti sono stufi

CS BN

Leave a Reply

Your email address will not be published.