Omicidio Federica Squarise, El Gordo condannato a 17 anni. Una sentenza che farà discutere

PADOVA, 1 DICEMBRE – Per la giustizia spagnola il killer confessò l’omicidio, quindi la pena andava ridotta, per la famiglia Squarise e per i legali l’attenuante della collaborazione non andava applicata.

Victor Diaz Silva Santiago, soprannominato “El Gordo“, in italiano il grassone, è stato condannato a 17 anni e 9 mesi di carcere per aver ucciso nel 2008 a Lloret de Mar, in Spagna, Federica Squartise, all’epoca dei fatti 21enne. Il bar tender, originario dell’Uruguay, commise l’efferato delitto dopo aver tentato un approccio sessuale sulla giovane turista, originaria di San Giorgio delle Pertiche, in provincia di Padova.

[ad#Google Adsense][ad#HTML]

I genitori della vittima, secondo quanto riferito dal legale Agnese Usai, sono profondamente dispiaciuti per una sentenza che ritengono iniqua. Il legale ha poi spiegato “Silva, che ha tentato anche di darsi alla macchia per sfuggire all’arresto, confessò il delitto quando ormai era alle strette, pertanto l’attenuante non andava applicata”. Il parere contrario ai giudici deriva dal fatto che l’assassino ammise le sue colpe prima di essere iscritto nel registro degli indagati .

Il Collegio Spangolo Giudicante, oltre ad avere stabilito un risarcimento di 160mila euro peri familiari di Federica, ha disposto che alla pena complessiva vadano decurtati gli anni che il killer ha già trascorso in carcere. L’avvocato Usai ha già annunciato che ricorrerà in Cassazione, lo farà anche il legale de “El Gordo”.

Redazione

APPRFONDIMENTI  Ordigno bellico ritrovato a Bologna: tutte le info utili dal Comune

Leave a Reply

Your email address will not be published.