Spagna, si chiude dopo sette anni l’era Zapatero

MADRID, 22 NOVEMBRE – Si chiude in Spagna dopo sette anni l’era Zapatero. I Popolari di Mariano Rajoy hanno vinto le elezioni politiche ottenendo il loro miglior risultato di sempre, conquistando la maggioranza assoluta nel congresso dei deputati di Madrid.

I dati definitivi hanno sancito la schiacciante vittoria di Rajoy. Il Psoe di Alfredo Rubalcaba ottiene il 28,7% e 110 seggi, il suo peggiore risultato dalla fin del franchismo. Con il 44,55% il Pp ha raccolto il massimo consenso mai avuto dal ritorno della democrazia nel Paese. I socialisti hanno invece subito una dolorosa umiliazione con il 28.66%.

[ad#Juice 250 x 250][ad#HTML-1]

Il neo premier Rajoy, vincitore delle politiche spagnole, ha commentato così i primi risultati ufficiali: “Siamo davanti a un momento decisivo per la Spagna. Il nuovo governo dovrà gestire la congiuntura più delicata che il Paese abbia conosciuto negli ultimi trenta anni. Abbiamo davanti a noi un compito immenso: non ci saranno miracoli”. Rajoy poi, annuncia che i suoi unici nemici saranno “la disoccupazione e la crisi del debito”, dichiarando guerra alla crisi, anche sarà necessario un grande sforzo solidale per uscire dalle difficoltà, a partire dalla disoccupazione al 21,5%, ma che la Spagna dovrà riconquistare il rispetto dell’Ue. Siamo davanti a un momento decisivo per la Spagna. Il nuovo governo dovrà gestire la congiuntura più delicata che il Paese abbia conosciuto negli ultimi trenta anni. Abbiamo davanti a noi un compito immenso: non ci saranno miracoli. Voglio ridare agli spagnoli l’orgoglio di esserlo”, ha aggiunto un radioso Rajoy ai militanti in festa che per strada intonavano “Viva Espana”.

APPRFONDIMENTI  Incubo sifilide a Bologna: tutto quello che c'è da sapere

Mentre per il candidato premier socialista Alfredo Rubalcaba, la sconfitta è stata davvero pesante.  In una dichiarazione lampo alla stampa e ai militanti nella sede del Psoe, Rubalcaba ha ammesso la sconfitta: “Abbiamo perso chiaramente queste elezioni”. Il leader socialista ha fatto sapere di avere chiamato Rajoy per congratularsi della vittoria, e ha detto di avere chiesto al segretario generale del Psoe uscente, José Luis Zapatero, di convocare al più presto un Congresso ordinario.

Sabrina Brandone

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.