Sarah Scazzi: La Famiglia Misseri rinviata a giudizio

Sarah Scazzi: La Famiglia Misseri rinviata a giudizio

TARANTO, 21 NOVEMBREDurante la dodicesima udienza preliminare per l’omicidio di Sarah Scazzi (uccisa il 26 agosto 2010 ad Avetrana) iniziata il 29 agosto 2011, il GUP Pompeo Carriere del tribunale di Taranto, ha rinviato a giudizio Cosima Serrano e Sabrina Misseri. Entrambe saranno processate nella prima udienza che si terra il 10 gennaio 2012 dalla Corte di Assise di Taranto.

Di concorso in omicidio volontario, sequestro di persona, soppressione di cadavere e furto aggravato risponderanno madre; per Sabrina confermata anche l’imputazione di calunnia ai danni dell’ex badante di casa Scazzi, Maria Ecaterina Pantir.

Michele Misseri, marito di Cosima, risponderà di concorso in soppressione di cadavere, danneggiamento seguito da incendio e furto aggravato.

[ad#Google Adsense][ad#HTML-1]

Sostanzialmente me lo aspettavo: potevano esserci dei colpi di scena, qualche cambiamento rispetto a quello che magari ci si poteva aspettare ma così non è stato” La nostra strategia difensiva emergerà nel dibattimento”. “Adesso abbiamo un po’ di tempo per riflettere, vedremo come comportarci ma non credo che avremo granché da aggiungere”. Il legale ha riferito anche che Michele è “molto preoccupato per la moglie e per la figlia, è ovvio”. Queste le parole dell’ avvocato Armando Amendolito, legale di Michele Misseri, al termine dell’udienza.

Di concorso in soppressione di cadavere risponderanno anche Cosimo Cosma, detto Mimmo e Carmine Misseri, rispettivamente nipote e fratello di Michele.

Al termine dell’udienza preliminare per l’omicidio di Sarah Scazzi il GUP Pompeo Carriere ha assolto, perché il fatto non sussiste, i tre avvocati giudicati con rito abbreviato. Gli avvocati sono Emilia Velletri, ex legale di Sabrina Misseri, accusata di concorso in soppressione di atti veri, Gianluca Mongelli, accusato di tentato favoreggiamento personale, e Francesco De Cristofaro, già difensore di Michele Misseri, che era imputato di infedele patrocinio. La Procura aveva chiesto la condanna ad un anno di reclusione per Velletri e De Cristofaro e sei mesi per Mongelli, oltre che sospensione dall’attività professionale per uguale periodo per tutti e, solo per Velletri, anche un anno di interdizione dai pubblici uffici.

Gli altri quattro rinviati a giudizio sono l’avvocato Vito Russo, ex difensore di Sabrina, che dovrà rispondere di favoreggiamento personale e intralcio alla giustizia, e altri tre presunti favoreggiatori sono: Antonio Colazzo, Cosima Prudenzano e Giuseppe Nigro, rispettivamente cognato, suocera e amico del fioraio di Avetrana, Giovanni Buccolieri, che dichiarò agli inquirenti di avere visto, il 26 agosto del 2010, Cosima in strada «costringere Sarah a salire a bordo della sua auto», ritrattando due giorni dopo e dicendo che si era trattato «di un sogno». Per questo motivo, Buccolieri, insieme con altre due persone, è indagato per false informazioni al Pm . Prosciolta anche Anna Scredo, cognata del fioraio Giovanni Buccolieri, presunto testimone oculare del sequestro di persona, accusata di favoreggiamento personale.

In tutto, durante l’udienza preliminare, il GUP Carriere ha quindi giudicato 13 persone: nove sono state rinviate a giudizio.

Luana Scialanca

Leave a Reply

Your email address will not be published.