L’ora X del camice bianco: partiti oggi i test d’ingresso per le facoltà di Medicina

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay][ad#Aruba PopUnder]

ROMA, 05 SETTEMBRE – L’ora x è arrivata per gli oltre novantamila candidati per soli diecimila posti da camice bianco: iniziati oggi i test per le facoltà di medicina.
Questa mattina a contendersi i 1200 posti circa, messi a disposizione da i due atenei statali romani, la Sapienza e Tor Vergata, sono circa diecimila ragazzi provenienti da tutti Italia che dovranno rispondere agli 80 quesiti a risposta multipla proposti loro dal Miur, con qualche novità rispetto agli anni precedenti.
“Questo anno – dichiara Andrea lenzi, presidente del Cun (Consiglio universitario nazionale) -  i quiz di ammissione cambiano: gli 80 quesiti a risposta multipla contengono meno domande di tipo nozionistico e più quiz di logica, di risoluzione dei problemi e di comprensione di test. I quesiti di tipo scientifico fanno inoltre riferimento in modo più guidato a programmi dedotti da quelli delle scuole secondarie”.

Il quiz si suddivide, infatti, in questo modo: quaranta quesiti sono di cultura generale e ragionamento logico, 18 di biologia, 11 di chimica e 11 di fisica e di matematica. “Le prove di selezione a quiz – commenta Lenzi – hanno il vantaggio fondamentale della prova unica nazionale che premia il merito e si svolge in assoluta trasparenza. Ma non sono sufficienti, le prove vanno riformate. E’ auspicabile inserire delle varianti nella selezione, migliorando il peso del curriculum degli studi precedente. Inoltre è ora di dedicarsi ad un aspetto fino ad oggi trascurato ma fondamentale per le scelte professionali dei giovani: rafforzare l’orientamento pre-universitario”.
Quest’anno, inoltre, alla Sapienza si sperimenta la graduatoria unica per le tre sedi (Policlinico, Sant’Andrea e Polo Latino): una volta superato l’esame gli universitari potranno decidere dove iscriversi. Alla Romanina invece i ragazzi sono stati divisi in 30 aule tutte schermate per evitare copia-incolla da Mac e pc.

Mercoledì 7 settembre toccherà, invece, ai futuri architetti, alla Sapienza, a Tor Vergata e a Roma Tre: si prevedono in tutto più di 5000 candidati. Il 9, infine, toccherà ai 348 candidati che hanno scelto la facoltà di Medicina della Sapienza in lingua inglese, novità assoluta post-riforma. E poi via ai test di orientamento, non vincolanti ma obbligatori, per tutti i corsi di laurea ad accesso libero.

Federica Palmisano

[ad#Cpx Banner]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>