Michele Misseri: “Sono stato io ad uccidere Sarah”

Michele Misseri: “Sono stato io ad uccidere Sarah”

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay][ad#Aruba PopUnder]

TARANTO, 31 AGOSTOMichele Misseri continua ad autoaccusarsi attraverso le sue lettere. L’ultima è stata resa nota il 29 agosto dai legali della figlia Sabrina in occasione dell’udienza preliminare per l’omicidio della quindicenne Sarah Scazzi. In totale Misseri ha inviato otto lettere, 4 alla figlia Sabrina e 4 alla moglie Cosima, in cui ha sempre ribadito la sua colpevolezza.

Per quanto riguarda l’udienza che si è tenuta alle ore 10 al piano terra del palazzo di giustizia di Taranto, vede imputate a vario titolo tredici persone tra le quali figurano anche quattro avvocati. Il GUP del tribunale, Pompeo Carriere, ha accolto la richiesta dei legali di Sabrina Misseri, in carcere con l’accusa di omicidio insieme alla madre Cosima, di sospendere l’udienza fino al 10 ottobre. Questo permetterebbe di attendere il pronunciamento della Cassazione sulla richiesta della difesa che vuole il processo in un’altra sede in quanto reputano Taranto un “ambiente ostile” alla sua assistita. Se la richiesta verrà accolta dalla Cassazione è probabile che il processo verrà trasferito in Basilicata, a Potenza.

[ad#Juice 120 x 60]

Al processo si sono costituiti parte civile la mamma, Concetta Serrano Scazzi, il padre ed il fratello della vittima. Hanno chiesto complessivamente un risarcimento danni di 33 milioni di euro di cui 27 sono a carico dei tre principali imputati, Michele Misseri, la figlia Sabrina e Cosima Serrano. I restanti sei milioni sono stati chiesti agli altri due imputati per concorso in soppressione di cadavere e si tratta di Carmine Misseri e Cosimo Cosma.

Antonello Di Muccio

[ad#Cpx Banner]

Leave a Reply

Your email address will not be published.