Bottigliata in testa. Studente modello di Lodi ucciso a Mykonos

Bottigliata in testa. Studente modello di Lodi ucciso a Mykonos

MIKONOS, 30 LUGLIO – Una notte maledetta nel paradiso turistico di Mikonos. Un banale diverbio sfociato in una rissa fatale.

Stefano Raimondi, ventenne di Villanova Sillaro ma residente a Ospidaletto Lodigiano, è morto due giorni fa a causa di una bottigliata alla testa ricevuta nel tentativo di sedare una rissa all’interno di una nota discoteca dell’isola greca, il night club Cavo Paradiso.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay][ad#Aruba PopUnder]

La dinamica è agghiacciante. Un cittadino svizzero, spalleggiato da due amici di origine curda, si è avvicinato inspiegabilmente al tavolo dove Stefano erano seduto con i suoi compagni. Il ragazzo, visibilmente in stato di ebrezza, ha afferrato una bottiglia di prosecco portandosela alla bocca per berne il contenuto. Il gesto irriverente, come riferito da alcuni testimoni oculari, ha scatenato la reazione del giovane italiano che avrebbe colpito lo svizzero. La replica del giovane è stato violentissima: una bottigliata di vodka in pieno volto.

Il ragazzo, studente modello di Economia, è stato condotto d’urgenza in ospedale dove però è deceduto.

Redazione E.

[ad#Cpx Banner]

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.