Marrazzo Gate: saranno processate otto persone

Marrazzo Gate: saranno processate otto persone

ROMA, 29 LUG. –  In ballo il ricatto ai danni dell’ex governatore del Lazio Piero Marrazzo e l’omicidio del pusher dei trans Gianguarino Cafasso.

La Procura di Roma rimanda a giudizio 8 persone: quattro carabinieri, tre spacciatori e il trans Natali, sorpresa in compagnia di Marrazzo nel Marzo 2009.  I reati contestati vanno dall’associazione a delinquere all’omicidio volontario aggravato e alla cessione di droga. Accusati di ricatto i carabinieri della compagnia Trionfale Nicola Testini, Luciano Simeone e Carlo Tagliente.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay][ad#Aruba PopUnder]

Il carabiniere Antonio Tamburrino dovrà invece rispondere al tentativo di commercializzare il video realizzato nel corso del blitz in cui Marrazzo venne sorpreso con Natali. Per Testini anche l’accusa formale di omicidio ai danni di Cafasso, in quanto gli avrebbe ceduto della droga ad “alta lesività”. Per Testini e Tagliente anche l’accusa di rapina commessa durante altri blitz ai danni di un gruppo di transessuali.

Accusata di cessione di droga la trans José Alexander Vidal Silva, ovvero Natali. Con lo stesso capo d’accusa saranno processati i tre pusher Emiliano Mercuri, Massimo Salustri e Bruno Semprebene. Il processo sarebbe stato sollecitato dal procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo ed il sostituto Rodolfo Sabelli. Rimane invece ancora aperto il caso sulla morte di Brenda, la trans testimone-scomodo del caso Marrazzo, deceduta il 20 Novembre 2009 per un incendio propagatosi nella sua abitazione.

Cecilia Andrea Bacci

[ad#Cpx Banner]

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.