Bersani non ci sta: “Stop alla macchina del fango contro il PD”

Bersani non ci sta: “Stop alla macchina del fango contro il PD”

MILANO, 28 LUGLIO – Pier Luigi Bersani, segretario del Pd, risponde alle critiche mosse al suo partito relativamente alle vicende di Tedesco e Penati, e all’accostamento tra il partito e la ‘ndrangheta: “Le critiche le accettiamo, ma aggressioni, calunnie e fango no. Da oggi cominciano a partire delle querele e delle richieste di danni. Sto facendo studiare la possibilità di fare queste richieste di risarcimento come class action – dice Bersani – perchè essendo il partito una proprietà indivisa, se viene paragonato alla ‘ndrangheta, ebbene in questo c’è un insulto a ciascuno dei suoi componenti”.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay][ad#Aruba PopUnder]

“Penati è stato corretto”. “Penati ha fatto un passo significativo. Mi piacerebbe lo facessero anche altri, visto che questi problemi non riguardano solo noi”. “Gli riconosco la correttezza di aver fatto un passo indietro necessario, in Regione e nel partito”, dice ancora Bersani. “Questo vale per chiunque rappresenti una funzione: lo abbiamo fatto da Delbono in poi. Io riconosco la correttezza del passo indietro, ma rimane anche la presunzione di innocenza”.

Letta (Partito Democratico) commenta: “Bersani rappresenta l’intero Pd quando reagisce alle accuse per le inchieste che riguardano esponenti democratici; la reazione è quella di tutto il PD, gente pulita, in cui la militanza e la partecipazione sono i valori di un impegno a servizio del paese. Nessuna macchina del fango potrà distruggere questi sentimenti e questo impegno”.

Nicola Celentano

[ad#Cpx Banner]

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.