Borghezio: “Breivik? Ottime idee”. La procura di Milano apre un’inchiesta

Borghezio: “Breivik? Ottime idee”. La procura di Milano apre un’inchiesta

MILANO, 28 LUG. – Non certo nuovo a dichiarazioni provocatori, questa volta l’europarlamentare leghista Mario Borghezio potrebbe aver detto una parola di troppo. Avrebbe infatti rivelato a Radio 24 di ritenere le idee di Breivik delle “buone idee, in qualche caso ottime”.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay][ad#Aruba PopUnder]

Si dichiara offeso il Presidente del Parlamento Europeo Jerzy Buzek mentre il vicepresidente Gianni Pittella, del Pd, le avrebbe definite “indegne di un paese civile” e soprattutto “incompatibili con la responsabilità legata alla sua carica di Parlamentare europeo”. Fioccano le richieste di dimissioni, mentre Angelo Bonelli dei Verdi proporrebbe di denunciare Borghezio per “istigazione all’odio razziale e apologia di reato”.

Di certo il partito del Carroccio non ha mostrato un fronte unico. “Sto con Borghezio” avrebbe sostenuto il collega leghista Francesco Speroni, mentre per Calderoli sarebbe il minimo chiedere scusa alla Norvegia e a tutti i suoi morti per “considerazioni che ho già definito farneticazioni”. Ma Borghezio non ci sta e si difende sostenendo che le proprie parole siano state fraintese: “mi riferivo alle posizioni di Breivik contro il fondamentalismo islamico”.

Odierne le scuse per la Norvegia e per le sue 76 vittime. Ma non c’è scusa che tenga, la Procura di Milano ha aperto un’inchiesta conoscitiva sulle dichiarazioni oggetto della polemica. Sarebbe arrivato un fax in redazione per acquisire l’integrale registrazione-audio dell’intervista all’europarlamentare. E Borghezio rinuncia all’immunità parlamentare, dichiarandosi fin da subito “a piena disposizione dell’Autorità Giudiziaria”.

Cecilia Andrea Bacci

[ad#Cpx Banner]

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.