In fuga da polizia: si uccide nella sua stanza d’albergo. Giallo a Como

In fuga da polizia: si uccide nella sua stanza d’albergo. Giallo a Como

COMO, 27 LUGLIO – Dramma in provincia di Como: una ex guardia giurata di 37 anni si è tolto la vita nella sua stanza all’hotel Ibis di Grandate, nelle vicinanze dell’uscita autostradale di Como Sud. Il tragico gesto si è consumato quando la polizia si è presentata per notificargli un provvedimento di custodia cautelare.

L’uomo si chiamava Raffaele Crispino, risiedeva in provincia di Varese, ed era evaso dagli arresti domiciliari dove si trovava per una rapina dello scorso 18 ottobre: era accusato di avere rapinato la pistola a un ex collega. Proprio ieri a Varese è stata messa a segno una rapina-fotocopia ai danni di un’altra guardia giurata: quando la polizia ha fatto un controllo, Crispino non era più agli arresti domiciliari.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay][ad#Aruba PopUnder]

Crispino ha sparato solo un colpo, contro sè stesso. Il botto sentito dagli agenti che bussavano alla sua porta non era quindi un avvertimento o una minaccia. La polizia ha bussato alla porta della stanza alle 7,40. Quando i poliziotti hanno sentito il colpo di pistola hanno dato l’allarme e l’hotel è stato evacuato e circondato. Alle 10,40 c’è stata l’irruzione e l’uomo è stato ritrovato morto.

La catena di hotel Accor, proprietaria del marchio Ibis, ha fatto sapere che l’albergo sta tornando alla piena operatività e che nessuno degli altri ospiti è rimasto coinvolto o ferito nella sparatoria.

Nicola Celentano

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.