Terremoto in Piemonte: una gran paura senza danni né feriti

Terremoto in Piemonte: una gran paura senza danni né feriti

TORINO, 27 LUG. – Secondo l’Ingv la scossa che ha “sconvolto” il Piemonte, con epicentro a Vilar Perosa, sarebbe avvenuta a 20 Km di profondità. Con magnitudo 4,3° della Scala Richter non sarebbe niente di che rispetto ai terremoti che generalmente interessano il bel Paese. Ma non in Piemonte, terra a sismicità modesta dove il terremoto mancava dalle scene dal 1980. Nessun segnale premonitore per la scossa che arriva inaspettatamente alle 14 e 32. La zona di interesse va da Torino fino ai piedi delle Alpi. Pochi secondi e le strade vengono invase dalle persone. Evacuato per precauzione il Comune di Torino.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay][ad#Aruba PopUnder]

Qui a Torino non siamo abituati a cose del genere” dichiara un’impiegata. Cellulari e centralini dei vari Vigili del fuoco, polizia e carabinieri vanno completamente in tilt per centinaia di chiamate. Le linee rimangono a lungo in sovraccarico mentre le notizie rimbalzano sul web: i danni pochi e lievi, mentre nessuno parla di feriti. Principalmente la popolazione vuole ricevere notizie ed essere tranquillizzata. Pochi minuti e la Protezione civile della regione diffonde la notizia che non ci sono danni alle persone e che quelli alle cose sono comunque lievissimi.

Diffuse anche le rassicurazioni del Presidente della Regione Roberto Cola e del sindaco di Torino Piero Fassino, che avrebbe confermato che “la situazione è sotto controllo”. Nel corso della giornata l’Arpa avrebbe registrato ulteriori scosse d’assestamento, ma tutte inferiori a magnitudo 2.0.

Cecilia Andrea Bacci

[ad#Cpx Banner]

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.