Melania Rea, Parolisi parlerà solo dopo il trasferimento

Melania Rea, Parolisi parlerà solo dopo il trasferimento

ASCOLI PICENO, 20 LUG.Salvatore Parolisi ha trascorso la sua prima notte nel carcere di massima sicurezza di Marino del Tronto, in una cella del reparto dell’infermeria penale. Dopo una notte tranquilla e il risveglio all’alba, questa mattina il caporalmaggiore si è presentato davanti al gip Carlo Calvaresi e al pm Umberto Monti per l’interrogatorio di garanzia. Sono stati 45 minuti di silenzio per Parolisi, accusato di avere ucciso a coltellate la moglie Melania. La decisione di avvalersi, ancora una volta, della facoltà di non rispondere è stata presa ieri sera, durante un lungo colloquio con i suoi avvocati difensori. La strategia difensiva di Walter Biscotti e Nicodemo Gentile punta alla revoca della misura di custodia cautelare in carcere per il loro assistito.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay][ad#Aruba PopUnder]

All’uscita dal penitenziario, al termine dell’interrogatorio, i legali del caporalmaggiore hanno dichiarato alla stampa che il loro assistito parlerà per difendersi quando inizierà la fase processuale davanti al giudice competente. Entro breve il fascicolo sarà, infatti, trasferito dalla procura di Ascoli a quella di Teramo. Intanto a Somma Vesuviana Gennaro e Vittoria Rea, i genitori di Melania, stanno pensando di chiedere l’affidamento della piccola Vittoria, che a distanza di tre mesi dalla morte della mamma, forse ha perso anche il papà.

Cristina Reggini

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.