Il caso Sarah Scazzi verso la fine: dieci saranno gli indagati

Il caso Sarah Scazzi verso la fine: dieci saranno gli indagati

AVETRANA, 29 GIUGNO – Sembra quasi essere arrivata alla conclusione, l’inchiesta sull’omicidio della quindicenne Sarah Scazzi, uccisa ad Avetrana il 26 Agosto 2010.

Un’inchiesta lunghissima e sicuramente non facile scandita da dieci mesi di indagini, ricerche, confessioni a cui hanno fatto seguito smentite, intercettazioni e rilievi che hanno in alcuni casi chiarito delle cose e in altri hanno letteralmente creato confusione.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Aruba PopUnder]

Forse durante questa settimana la Procura della Repubblica di Taranto sarebbe pronta a far notificare l’avviso circa la conclusione delle indagini con almeno dieci persone indagate, che dovrebbero finire sotto processo.

L’atto giudiziario vedrà la firma del procuratore aggiunto Pietro Argentino e del sostituto procuratore Mariano Buccoliero.

Prima della notifica, gli inquirenti hanno voluto completare e definire l’audizione che ha visto l’ex commessa del fioraio di Avetrana, che è stata sentita dopo le confessioni, poi smentite, dello stesso fioraio che confidò alla giovane ragazza di aver visto Cosima Serrano costringere la piccola Sarah a salire a bordo della sua auto quel tragico pomeriggio di Agosto.

In auto ad aspettare Sarah vi era anche la cugina Sabrina, secondo le confessioni del fioraio, che oggi trovano una conferma da parte dell’ex commessa dopo le ritrattazioni rapide del fioraio che dichiarò di aver fatto solo un sogno.

Ora Giovanni Buccolieri, il fioraio, si ritrova indagato per false dichiarazioni al pm, dopo che l’ex commessa ha confermato tutto il racconto aggiungendo nuovi e particolari dettagli.

La testimonianza della ragazza è giunta dinanzi ad un magistrato tedesco, al procuratore aggiunto Pietro Argentino e al tenente della Compagnia carabinieri di Manduria, Rolando Russo.

APPRFONDIMENTI  Dove sposarsi in Riviera Romagnola: tre destinazioni da sogno

La lista delle persone che rischiano di essere processate comprenderà coloro che in questi lunghi dieci mesi di indagini hanno ricevuto provvedimenti cautelati. Spazio quindi allo zio, Michele Misseri, alla moglie Cosima, a Sabrina, al fratello Carmine Misseri e al nipote Cosimo Cosma.

Michele Misseri sarebbe accusato solo del reato di soppressione del cadavere, visto che fu lui a far ritrovare il corpo di Sarah senza vita in un pozzo nella contrada Mosca la notte del 6 e 7 Ottobre 2010, mentre Cosima e Sabrina sarebbero accusate di concorso in omicidio, sequestro di persona e soppressione del cadavere, reato che verrebbe contestato anche a Cosimo Cosma e Carmine Misseri.

La richiesta di notificare presto l’avviso di conclusione delle indagini preliminari trova conferma dalla Procura, intenzionata a depositare presto gli atti al gup del Tribunale entro la fine di Luglio, in modo che il giudice possa fissare al più presto l’udienza preliminare. Dopo la notifica, gli indagati avranno tempo 20 giorni per chiedere di essere interrogati, depositare una loro difesa o chiedere ulteriori accertamenti. Intanto visto che nell’inchiesta vi sono due persone al momento detenute, per loro l’udienza preliminare potrebbe essere fissata durante il periodo delle ferie estive. Infatti proprio per Sabrina Misseri, i termini di custodia cautelare sono in scadenza il prossimo 15 Ottobre ad un anno esatto dal suo arresto.

C’è davvero tanta voglia di fare chiarezza e di concludere un caso di cronaca nera terribile, che da quasi un anno a questa parte ha appassionato milioni di persone.

Emanuele Ambrosio

[ad#Juice Overlay][ad#Juice Banner]

One Response to "Il caso Sarah Scazzi verso la fine: dieci saranno gli indagati"

  1. solange44  2011/07/04 at 00:46

    dai mes.. al cellulare non si evince gelosia di sabrina per la cuginetta ,, sara non è mai nominata .. poi erano sicurissimi che l’omicidio era avvenuto in casa ,,ora salta fuori questa fioraia .. e si crede a lei .. ma allora anche prima non erano sicuri dell’omocidio in casa .. .. una cosa incredibile madre e figlia che rincorrono la ragazzina e la uccidono in macchina per gelosia .. una madre ,,anche la peggiore delle madri .. sarebbe complice di una mostruosita’ del genere per la gelosia di una figlia ? dopotutto era la nipotina preferita ma.. va’ non ci credo nemmeno per un milione di dollari ..e lui il colpevole ,,il padre e non vogliono credergli . un danno irreversibile x la vita di quelle donne ,,

Leave a Reply

Your email address will not be published.