Lo spostamento dei Ministeri agita Roma

Lo spostamento dei Ministeri agita Roma

ROMA, 21 GIUGNO – Ieri dopo l’appuntamento al Pantheon per la raccolta firme, Renata Polverini, presidente della Regione Lazio, con gli assessori al seguito, è stata la prima a firmare la petizione al gazebo, e dichiara: “mentre mercoledì dedicheremo una parte del Consiglio regionale a questo tema contro lo spostamento dei ministeri contro i propositi annunciati da Bossi”. Ignazio La Russa, coordinatore Pdl, ha invitato il sindaco Alemanno e Polverini a considerare che “e’ sbagliato agitarsi se ancora non piove e, in quel caso, aprire l’ombrello porta sfortuna”. E’ prematuro anche perché magari non pioverà mai. Si occupi dei problemi del Lazio “.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay][ad#Aruba PopUnder]

Dario Franceschini, il partito democratico presenterà il 21 giugno alla Camera un ordine del giorno contro il trasferimento dei ministri. È stato lo stesso capogruppo del Pd a confermarlo nel corso della conferenza del partito sulla sicurezza. A Pontida, ha ironizzato, sembrava di essere nel film: “Attila il flagello di Dio”. Non a caso, Franceschini ha inserito sulla sua pagina Facebook proprio la scena in cui il re dei Vandali dichiara guerra ai romani. Ha dichiarato alla stampa:”Roma e’ la Capitale d’Italia, non c’e’ bisogno di nuovi sprechi ne’ di buffonate ma c’e’ bisogno di serietà“

Dai microfoni di Radio Vaticana è intervenuto il vescovo Giancarlo Maria Bregantini che è anche presidente della Commissione episcopale per i problemi sociali, il lavoro, la giustizia e la pace:  «La Chiesa deve da un lato frenare queste mire secessionistiche. Dall’altro deve rimotivare dall’interno, con forte valenza biblica, la passione dell’intraprendere dei cristiani». Il vescovo ritiene che la proposta di spostare i ministeri al nord sarebbe «un gesto di grandissimo disprezzo del Sud».

APPRFONDIMENTI  Dove sposarsi in Riviera Romagnola: tre destinazioni da sogno

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=07au9zSnJ44[/youtube]

Maria Giuseppina Bauleo

Leave a Reply

Your email address will not be published.