Batterio killer: Nas sequestrano cinque tonnellate di hamburger. Panico a Verona

Batterio killer: Nas sequestrano cinque tonnellate di hamburger. Panico a Verona

PARIGI, 17 GIUGNO – I carabinieri del Nas hanno sequestrato in provincia di Verona 1570 confezioni di hamburger e 4mila di polpette, in totale 5 tonnellate, con il marchio “Steaks Country”, l’azienda francese che avrebbe provocato l’infezione per batterio E.coli di sette bambini, attualmente ricoverati presso l’ospedale di Lille. L’origine del malore sarebbe imputabile al consumo di hamburger congelati, acquistati presso un supermercato della nota catena internazionale Lidl.

L’azienda produttrice transalpina, la Seb, ha precisato di aver esclusivamente lavorato la carne proveniente da capi bovini macellati in Germania.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay][ad#Aruba PopUnder]

I sette casi registrati nelle ultime ore in Francia non sono imputabili però allo stesso ceppo del batterio killer che si è sviluppato in Germania. La conferma ufficiale viene dalla Commissione Ue, che precisa: “La tipologia del batterio trovata negli hamburger francesi è più comune, e già l’anno scorso aveva fatto registrare centinaia di casi”.

I prodotti sequestrati in Italia saranno analizzati nelle prossime ore dall’Istituto Zooprofilattico di Padova.”La tracciabilità dei prodotti nel nostro Paese – ha dichiarato il ministro della Salute, Ferruccio Fazio – vuol dire sicurezza e deve rassicurare i consumatori”.

L’epidemia ha ucciso sinora 37 tedeschi e una svedese, mentre 3.300 sono stati i contagi totali.

Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published.