Sarah Scazzi, il destino di Cosima e Sabrina nelle mani del Riesame

Sarah Scazzi, il destino di Cosima e Sabrina nelle mani del Riesame

TARANTO, 17 GIUGNO – Trenta minuti di udienza in una stanza infuocata del Palazzo di Giustizia di Taranto, poi il rinvio. I giudici del Tribunale del Riesame hanno rinviato alle 11 di oggi l’esame dei ricorsi presentati dai difensori di Cosima Serrano, moglie di Michele Misseri, e della figlia Sabrina Misseri. Oggi i difensori delle due donne presenteranno un faldone contenente una serie di nuovi documenti che potrebbero modificare l’esito dell’indagini e tutto l’impianto accusatorio, tramite una nuova tesi difensiva.

Tra i documenti della Procura di Taranto ci sarebbero invece alcune intercettazioni ambientali, ritenute fondamentali dai magistrati inquirenti per inchiodare le due donne alle proprie responsabilità nell’omicidio della 15enne Sarah Scazzi, le testimonianze di alcune persone informate dei fatti e alcune intercettazioni telefoniche.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay][ad#Aruba PopUnder]

I legali di Cosima Serrano e Sabrina Misseri, la prima in carcere dal 26 maggio, la seconda dal 15 ottobre scorso, chiedono al Tribunale Riesame l’annullamento dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip Martino Rosati ed eseguita il 26 maggio scorso con le accuse di concorso in omicidio e soppressione di cadavere. Per Sabrina è la seconda ordinanza dopo quella notificata nell’ottobre scorso.

Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published.