Ennesima gaffe di Brunetta: l’Italia dei precari insorge

Ennesima gaffe di Brunetta: l’Italia dei precari insorge

BOLOGNA, 16 giugno – Ieri ad un convegno a Roma per la “Giornata dell’innovazione”, un gruppo di precari interviene chiedendo la parola al ministro Brunetta, il quale invece si alza e se ne va, definendoli “l’Italia peggiore”. La breve scena è stata immortalata da un video amatoriale, il quale ha fatto il giro del web, immaginabile la reazione sul social network Facebook, dove la pagina del ministro è stata tappezzata di insulti.

Ieri sera ad Otto e mezzo su La7, Brunetta non le manda a dire “basta con la retorica del precariato, ci vuole concretezza;  – Continua – Ogni tanto c’è una madre che si lamenta con me perché suo figlio non trova lavoro, ma quando le dico: ‘bene, allora domani mattina alle cinque vada ai mercati generali a scaricare le cassette’, lei risponde sempre no. Quello è il modo migliore per chi vuole lavorare, scaricare le casette, per tutti gli italiani”.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay][ad#Aruba PopUnder]

LE REAZIONI – Per Vendola, presidente di Sinistra Ecologia e Libertà, si tratta di “un comportamento inaccettabile di fronte ad un tema che costituisce una tragedia sociale“. infine Bersani dichiara che “è evidente la profonda incomprensione di quanto sta accadendo nella società italiana. Mettendo in fila gli avvenimenti degli ultimi mesi, tutto segnala una realtà profonda che si muove. E quando un governo, con la sua punta estrema Brunetta, mostra questo limite, c’è da essere preoccupati.”

NUOVO VIDEO DI BRUNETTA – il ministro replica nuovamente con un video, dichiarando che le sue affermazioni erano rivolte al solo gruppo del convegno, spiega “al termine de mio intervento, una signora tra il pubblico ha chiesto di poter prendere la parola. Le ho chiesto di salire sul palco ma ho preferito lasciare la sala quando ho capito che la signora intendeva sollevare il problema dei precari nella Pubblica Amministrazione.”

Ma il ministro ribadisce: “l’Italia peggiore è di quanti, non avendo di meglio da fare, irrompono sistematicamente in convegni e dibattiti per interrompere i lavori, insultare i presenti e riprendere la loro bravata con una telecamerina, per poi passare il video ai loro giornali amici, che notoriamente pullulano di precari.

Argento Lucia

[ad#Simply Banner]

Leave a Reply

Your email address will not be published.