Europride 2011, Lady Gaga infiamma il Circo Massimo. Lo speciale

Europride 2011, Lady Gaga infiamma il Circo Massimo. Lo speciale

ROMA, 12 MAGGIO – Un Circo Massimo affollato ha assistito all’esibizione romana di Lady Gaga, con un lungo e sentito discorso della pop star in abito Vintage a firma Gianni Versace, contro la discriminazione omosessuale e l’omofobia in genere.

Le uniche due parole in italiano della star sono state “Ciao Roma” a seguito delle quali ha ricordato le sue origini italo americane come dimostrato anche dal suo nome di battesimo, Stefania Giovanna Angelina Germanotta. E poi via con un lungo discorso che ha riscosso applausi e consenso: “Dobbiamo trasformare l’oppressione del passato nella liberazione del futuro. Creiamo una nuova ideologia, sintetizziamo le nostre storie nell’oggi, diventiamo i rivoluzionari dell’amore, uniamoci e incoraggiamo tutto il mondo ad unirsi”.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay][ad#Aruba PopUnder]

Secondo Lady Gaga, molti governi non permettono a tutti i cittadini di avere gli stessi diritti, specialmente agli omosessuali, e quindi risulta importante avviare una battaglia per l’uguaglianza e l’abbattimento delle barriere che esistono in paesi come Lituania, Russia, Polonia, Ungheria, Libano e in Medio Oriente.

L’unico motto della serata lanciato dal palco dalla cantante è stato: “Rivoluzionari dell’amore”, invitando tutti a farsi portavoce di questo messaggio di unità e fratellanza, nel tentativo di cambiare il mondo.

La chiusura dell’Europride non poteva avvenire in un modo migliore, come hanno dimostrato gli applausi e le grida in favore della pop star e del suo sentito intervento. La cantante ha poi aggiunto: “Tante persone nel mondo sono colpite dalla discriminazione, sono state isolate, portate al suicidio, incapaci di trovare un lavoro. Chiedo al mondo di tenere conto del cambiamento, i problemi sociali sono reali, hanno un effetto su tutta l’umanità. E ai presidenti dei governi chiedo di aiutarci non di dividerci”.

APPRFONDIMENTI  Dove sposarsi in Riviera Romagnola: tre destinazioni da sogno

Lady Gaga, con occhiali e parrucca verde, appoggiata ad un leggio ha poi eseguito a cappella qualche verso di ‘Born this way’, subito dopo il suo intervento.

Nel pomeriggio dalla sua stanza d’albergo ha detto di aver ascoltato il medley proposto durante la parata di ‘Paparazzì, ‘Judas’ e ‘Born this way’, ed ha quindi detto: “grazie per aver permesso alla mia musica di essere parte della vostra sfilata, sono fiera di essere qui”. Infine, è partita un’intensa versione al pianoforte di Born this way, con parti a cappella, accompagnata dal pubblico che batteva le mani. Questa doveva essere l’unica canzone di Lady Gaga ma, a sorpresa, ha eseguito un secondo brano, sempre al pianoforte, ‘The edg of glory’, che sarà il suo nuovo singolo. A metà canzone si è tolta l’ampia gonna in bianco e nero, rivelando un abito all black e ha detto ironicamente: “Un piccolo cambio di costume non fa male a nessuno”, per poi terminare la canzone e uscire accompagnata da un lunghissimo applauso.

La giovane star ha iniziato ad interessarsi ai diritti Lgbt quando si è avvicinata ad ognuno attraverso la sua musica, l’arte, la celebrazione dell’individualità. Ricorda che  il suo compito era e resta quello di valorizzare questi diritti di tutto il mondo, alla ricerca del cambiamento, della giustizia, della libertà e della piena equità.  Lady Gaga ha ringraziato anche le autorità che hanno permesso l’organizzazione della giornata, e ha detto: “bravo e grazie al sindaco di Roma Gianni Alemanno per aver permesso questo evento e di celebrare insieme” frase a cui il pubblico ha reagito con qualche fischio. Un grazie rivolto anche a Donatella Versace, che ha permesso di tramutare in realtà un suo sogno, quello di indossare i vestiti dell’ultima collezione di Gianni Versace.

APPRFONDIMENTI  Dove sposarsi in Riviera Romagnola: tre destinazioni da sogno

Ieri sera, a Roma, un unico sentimento ha unito il pubblico: “Roma, come possiamo trasformare l’oppressione del passato nella liberazione del futuro? Facciamo nascere un’ideologia nuova e internazionale. Siamo rivoluzionari dell’amore e usiamo i poteri di uomini per salvare vite e incoraggiare l’unità in tutto il mondo”.

Sonia Bonvini

Leave a Reply

Your email address will not be published.