Dopo il disastro di Fukushima, il Giappone urla «Stop al nucleare»

Dopo il disastro di Fukushima, il Giappone urla «Stop al nucleare»

TOKIO, 12 GIUGNO – Il Giappone si e’ fermato oggi alle 14.46 locali (7.46 in Italia) in ricordo delle vittime della tragedia del sisma/tsunami dell’11 marzo scorso e ha osservato, da nord a sud, un minuto di silenzio. Migliaia di persone, tra giovani, anziani e intere famiglie, secondo le stime ancora provvisorie, hanno manifestato contro il nucleare gridando con forza ‘mai piu’ Fukushima’.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay][ad#Aruba PopUnder]

Nel terzo mese esatto dal sisma/tsunami dell’11 marzo, si sono articolate iniziative in 3 eventi principali, che hanno richiamato circa 50/40mila persone mentre ancora in corso a Shinjuku, una grande kermesse musicale.

Nel parco di Shiba, vicino Tokyo Tower, si sono ritrovati in quasi 10.000, dopo aver osservato un minuto di silenzio alle 14.46 (7.46 in Italia), l’ora del sisma di magnitudo 9.0 dell’11 marzo, si e’ formato il corteo che haraggiunto poi la sede della Tepco, il gestore del disastrato impianto di Fukushima, tra slogan: ‘salviamo i nostri figli’, ‘basta col nucleare’ e ‘si’ all’energia pulita’.

La mobilitazione di oggi e’ una delle piu’ corpose mai registrate su larga scala nella Capitale nipponica, caratterizzato da una societa’ dove i valori della cooperazione prevalgono sulle contestazioni, mentre il  premier Naoto Kan si e’ recato a Kamaishi, prefettura di Iwate, dove s’e’ tenuta la commemorazione di 3 vigili del fuoco che hanno perso la vita negli sforzi per mettere in salvo la popolazione dopo l’allerta sull’arrivo del poderoso tsunami che al momento registra 23.500 tra vittime e dispersi.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=rtfYD_i1u-0[/youtube]

Maria Giuseppina Bauleo

 

APPRFONDIMENTI  Dove sposarsi in Riviera Romagnola: tre destinazioni da sogno

4 Responses to "Dopo il disastro di Fukushima, il Giappone urla «Stop al nucleare»"

  1. Vrakylenti  2011/06/12 at 12:05

    Non c’è problema adesso ci siamo noi che impiantiamo il nucleare in tutta la penisola e qualche rigassificatore quà e là senza nessuna paura perchè in Italia le disgrazie non possono succedere. ( ce lo assicurano i nostri politici… e noi siamo d’accordissimo con loro.)

  2. bigben  2011/06/12 at 14:47

    Una manifestazione come tante, di nessun significato particolare. Non è il “Giappone” che urla stop al nucleare!

  3. Daniele  2011/06/12 at 14:48

    E poi in Italia mica abbiamo i terremoti che possono compromettere il corretto funzionamento delle eventuali centrali (che mi auguro non si faranno mai)… e mica abbiamo la mafia e la camorra che controlleranno lo smaltimento dei rifiuti nucleari…

  4. PANTALONE  2011/06/12 at 15:14

    Intanto il popolo sta partecipando ad un importantissimo referendum , di cui un quesito sul nucleare. E bisogna attendere l’esitio perche’ fino a prova contraria per la nostra costituzione IL POPOLO E ‘ ANCORA SOVRANO NELLA SUA VESTE DI CORPO ELETTORALE. Nell’ attesa dei risultati che si sperano positivi , Buona Domenica a tutti Pantalone.

Leave a Reply

Your email address will not be published.