La7: non solo Santoro

La7: non solo Santoro

ROMA, 9 GIUGNO – Non si è fatto attendere l’effetto speculativo dell’annunciato trasferimento di Santoro su La7. Il canale, nato 10 anni fa dalle ceneri di Telemontecarlo, si avvicina sempre più al sogno di creare un terzo polo da interporre alla tradizionale coppia Mediaset-Rai. A dare credito a quest’ipotesi le dichiarazioni dell’ad di Telecom Media, Giovanni Stella, che su Il Fatto Quotidiano ha parlato esplicitamente di “campagna acquisti” diretta non solo nei confronti di Santoro, ma anche di altri volti di spicco della rete Rai. Stella ha inoltre rivelato che è prevista la vendita dell’emittente, stabilendo una deadline per la fine dell’anno 2011.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay][ad#Aruba PopUnder]

Così il canale, che già con il tg di Mentana, dal luglio 2010, aveva visto un aumento del 10% degli ascolti, ha ottenuto nella giornata di ieri un balzo del 17% del suo valore in borsa. Significativo il confronto con Mediaset, che nel primo trimestre 2011 ha invece registrato un calo del 4,9% della raccolta pubblicitaria.

I rumors sui possibili protagonisti della prossima vendita ipotizzano già alcuni nomi: De Benedetti, a cui proprio la sentenza d’appello sul lodo Mondadori, prevista per metà giugno, potrebbe consegnare un risarcimento di 500 milioni; i tedeschi di Bertelsmann, il più importante editore europeo, ancora assente dal mercato italiano; News Corp, monopolista sul satellite con Sky Italia; infine, la De Agostini di Lorenzo Pelliccioli, già tra i possibili acquirenti nel 2006.

[youtube width=”500″ height=”344″]http://www.youtube.com/watch?v=Ps3upikMKxc[/youtube]

Federica Di Blasio

Leave a Reply

Your email address will not be published.