Ylenia Carrisi Viva? Albano: «Vergognose speculazioni»

Ylenia Carrisi Viva? Albano: «Vergognose speculazioni»

ROMA, 9 GIUGNO – “Sono vent’anni che s’ inventano sempre storie su mia figlia Ylenia. E’ dal 1994 che la vedono una volta a Venezia, una volta da un’altra parte”.

E’dura la reazione di Al Bano alla notizia, giunta dal settimanale tedesco “Freizeit Revue”, che la primogenita Ylenia sia ancora viva e si trovi reclusa nel convento greco-ortodosso St. Anthony’s a Phoenix, in Arizona. A sostenere questa tesi è il capo della polizia di New Orleans, Warren J. Riley, confermata anche dal detective della squadra omicidi.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay][ad#Aruba PopUnder]

La polizia afferma di essere in possesso di indizi certi sulla presenza della donna, ormai quarantenne, all’interno della struttura religiosa. “I settimanali tedeschi sono i peggiori – ha commentato il cantante all’agenzia Adnkronos. – Stanno inventando balle, scavi, tombe. Pur di vendere copie si venderebbero l’anima, come è successo con una una televisione spagnola cui ho fatto causa”.

Era il 6 gennaio del 1994 quando la ragazza, ventitreenne, fece perdere le proprie tracce a New Orleans. Partita alla volta dell’America dopo aver abbandonato gli studi al King’s College di Londra, al momento della scomparsa soggiornava in un hotel della città con il musicista di strada Alexandre Masakela, arrestato per un ipotetico coinvolgimento, ma successivamente rilasciato per “mancanza di prove”. Da allora sono arrivate alla famiglia decine di segnalazioni su presunti avvistamenti, rivelatesi sempre infondate, probabilmente opera di sciacalli e speculatori. La tragedia della perdita della loro figlia tanto amata portò alla separazione, nel 1999, tra Al Bano e Romina Power dopo 29 anni di matrimonio e altri 3 figli. Il famoso cantante pugliese ha già raccontato la propria verità nella sua autobiografia “Questa è la mia vita”: per lui Ylenia è morta tra le acque del Mississippi, a causa dell’abuso di stupefacenti che l’avevano portata verso l’abisso. All’epoca un testimone vide una donna, molto simile ad Ylenia, gettarsi nel fiume: il corpo però non è mai stato ritrovato.

Mariangela Celiberti

Leave a Reply

Your email address will not be published.