Santoro a La7? «Chiedete a Mentana»

Santoro a La7? «Chiedete a Mentana»

BOLOGNA, 9 GIUGNO – Separazione consensuale tra Michele Santoro e mamma Rai. Nessuna conferenza stampa per l’addio del giornalista anche se dal canto suo dichiara «si poteva fare, non sarebbe accaduto niente di stravolgente».

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay][ad#Aruba PopUnder]

Decisione chiacchieratissima: “il servizio pubblico resterà senza pubblico? È una perdita per la Rai e i suoi contribuenti?” Una trasmissione come Annozero che termina la stagione classificandosi come programma più visto (a oggi registra una media di 5.773.128 spettatori per il 20,71% di share), chiude i battenti e con molta probabilità si trasferirà su La7, con un programma che ripropone lo stesso format di Annozero. Nessun contratto è stato ancora firmato ma Mentana rassicura «noi lo accoglieremo a braccia aperte». Sollevata la Rai per la tanto sperata separazione ma allo stesso tempo timorosa che Santoro si porti dietro il suo pubblico.
Visto da molti come una vendetta personale di Silvio Berlusconi, che pare veda nel giornalista non solo un avversario politico, responsabile del pessimo risultato dei ballottaggi recenti che hanno decretato la vittoria di Sinistra e Libertà (Sel) e Italia dei Valori (Idv)  ma anche, con la sua trasmissione “faziosa”, un danno oggettivo per il servizio pubblico, nonostante il pubblico/elettore gli dia continuamente conferma di apprezzamento.

Contrastanti i pareri del mondo politico: Luigi Zanda, Vice-capogruppo del PD al Senato «mi sembra una sciocchezza della Rai. Nessuna televisione al mondo si lascerebbe scappare un animatore, un conduttore di talk show che porta tanti ascolti e pubblicità come Santoro alla Rai».
Maurizio Lupi, Vice-presidente del PDL alla Camera si dice «stupito che oggi la prima notizia su tutti i giornali sia Santoro e non i temi veri che interessano alla gente».

Nella puntata di oggii, 9 giugno 2011, incentrata sul legittimo impedimento, Santoro spiegherà le ragioni della sua decisione e specifica «non escludo di tornare a collaborare in Rai».

Rosaria Colella

Leave a Reply

Your email address will not be published.