Sarah Scazzi, 20 sms al giorno tra Sabrina e “Dio Ivano”

Sarah Scazzi, 20 sms al giorno tra Sabrina e “Dio Ivano”

TARANTO, 8 GIU.Lunedì dalle 12 alle 14 Ivano Russo, in veste di persona informata sui fatti, è stato sentito negli uffici della procura, dal pm Mariano Buccoliero. Sotto la lente degli investigatori i 4.500 sms che Ivano e Sabrina si sono scambiati negli otto mesi precedenti il delitto e il diario “segreto” di Sarah, che Sabrina non ha consegnato ai carabinieri per non compromettere la posizione di Ivano. “Meno male che non l’abbiamo portato in caserma altrimenti diventavi un sospettato”, avrebbe scritto all’amico. Il giorno successivo alla scomparsa della cugina Sabrina, però, cambia idea e consegna ai carabinieri il diario in cui Sarah scriveva il suo affetto per l’amico 28enne.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay][ad#Aruba PopUnder]

Sabrina Misseri, in carcere con l’accusa di omicidio premeditato, secondo gli inquirenti avrebbe ucciso Sarah spinta dalla folle gelosia per Ivano, colpevole di averla rifiutata e di “coccolare” la cugina. Dal contenuto degli sms si intuisce che il rapporto tra i due giovani era sbilanciato, Ivano viveva i momenti di intimità con l’amica senza alcun coinvolgimento, mentre Sabrina era coinvolta nel rapporto in maniera morbosa, fino a venerare l’amico che in un messaggio chiama “Dio Ivano”. Sarah, a soli 15 anni, senza volerlo è finita in mezzo a una storia di sesso ed amicizia, distraendo l’oggetto del desiderio di Sabrina dalle sue attenzioni e innescando la folle gelosia che l’ha uccisa. In un crescendo di umiliazione e rabbia per il rifiuto, uniti alla gelosia per la quindicenne bionda e magra, avrebbe preso vita il proposito omicida di Sabrina.

Cristina Reggini

Leave a Reply

Your email address will not be published.