Nuova pista per il batterio killer: la colpa è dei germogli di soia?

Nuova pista per il batterio killer: la colpa è dei germogli di soia?

BOLOGNA, 6 GIUGNO Sembra che le autorità sanitarie tedesche “siano sulla pista giusta”. I responsabili dell’epidemia di E.Coli potrebbero essere dei germogli di soia provenienti dalla bassa Sassonia: a dirlo è il sito tedesco Welt Online.

Abbandonata quindi la pista dei cetrioli spagnoli, che sebbene riabilitati convivranno a lungo con gli strascichi dell’ingiusta accusa, le autorità sanitarie sarebbero ormai in procinto di scoprire il “colpevole”: in queste ultime permane tuttavia un atteggiamento di cautela anche perché non vi sono ancora prove certe. Il responso arriverà tra oggi e domani: i campioni ricevuti dai laboratori d’analisi apparterrebbero ad un prodotto che, prima dello scoppio dell’epidemia, sarebbe stato distribuito nelle aree successivamente più colpite dall’E.Coli.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay][ad#Aruba PopUnder]

In attesa del responso il governo tedesco ha assicurato che i germogli di soia dell’azienda agricola non sono stati esportati e quindi non hanno lasciato mai la Germania. La Coldiretti ha aggiunto in mattinata che si tratta di un prodotto non particolarmente diffuso nel nostro Paese e comunque di nicchia (ristoranti esotici e/o di cucina vegetariana).

Gianluca Francesco Pisutu

APPRFONDIMENTI  Dove sposarsi in Riviera Romagnola: tre destinazioni da sogno

Leave a Reply

Your email address will not be published.