Robbie Williams e le punture di testosterone

Robbie Williams e le punture di testosterone

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay]

LOS ANGELES, 4 GIUGNOTestosterone per aumentare la libido, divenuta quella di un novantenne. Come riporta il quotidiano britannico The Sun, è questa la soluzione adottata da Robbie Williams, trentasettenne cantante dei Take That, che due volte alla settimana si inietta l’ormone maschile dopo aver scoperto, tramite un’analisi del sangue, di averne un livello bassissimo.

Si era recato da un medico di Hollywood per farsi prescrivere l’ormone della crescita, utilizzato dalle star per apparire più giovani, ma ne è uscito con un’altra diagnosi. “Il testosterone ha cambiato la mia vita, sento di avere una marcia in più”- ha dichiarato il cantante. “Non sono mai stato così bene, continuerò per almeno un paio d’anni”.

Robbie ha ammesso di aver acconsentito a questa cura anche per amore della moglie Ayda Field, l’attrice americana sposata lo scorso agosto. Ha poi parlato di sesso e matrimonio, rivelando un’ idea alquanto particolare: “Tutti tradiscono, sposati e non. Il matrimonio è solo un’istituzione e non serve a niente, l’essere umano è nato per fare sesso.” Lui possiede però un’arma per sfuggire alla tentazione: “Il fatto che i paparazzi cerchino sempre di beccarmi con un’altra donna, mi fa rimanere sulla buona strada”.

Mariangela Celiberti

[ad#Aruba PopUnder][ad#HTML]

Leave a Reply

Your email address will not be published.