Follia in Argentina: aggredito a Rosario l’icona Leo Messi

Follia in Argentina: aggredito a Rosario l’icona Leo Messi

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay]

BUENOS AIRES, 4 GIUGNO – Che il calcio sia emanazione diretta della società malata dei giorni nostri è cosa risaputa, ma quanto avvenuto ieri  a Rosario, in Argentina, ha davvero dell’incredibile.

Leo Messi, il più grande calciatore del mondo, si trovava nella città argentina, più precisamente all’interno del ristorante El club la milanesa, in compagnia di due amici, quando un gruppo di studenti si è avvicinato in cerca di autografi.

Fin qui tutto nella norma, per una star planetaria come il numero dieci del Barcellona, peccato che a mettere scompiglio ci abbia pensato un giovane, che  dichiarandosi tifoso del Central, squadra cittadina, rivale del Newell’s old boy, per cui farebbe il tifo Messi, ha dapprima insultato il campione argentino, colpendolo poi alla nuca con un pugno, prima di darsi alla fuga.

La pulce, dalle colonne del quotidiano Olè,  ha subito sminuito la gravità dell’accaduto, sostenendo di  non essersi nemmeno accorto del colpo ricevuto.

Fortunatamente le conseguenze del fattaccio sono state minime, ma ciò che davvero turba è l’inciviltà dilagante  nello sport, la violenza che travalica anche i cancelli degli stadi per riversarsi sulle strade. A questo punto occorre una seria riflessione, sperando di non dovere più riportare avvenimenti del genere.

Vincenzo Uccelli
[ad#Aruba PopUnder][ad#HTML]

Leave a Reply

Your email address will not be published.