Nuovo attacco alla Sony: trafugati i dati di 50mila utenti

Nuovo attacco alla Sony: trafugati i dati di 50mila utenti

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay]

NEW YORK, 4 Giugno Gli hacker hanno colpito ancora. Un gruppo di abili crackers, soprannominatosi Lulz Security, ha rivendicato un nuovo attentato ad un server dell’azienda nipponica. Stavolta la vittima illustre è la SonyPictures.com dalla quale sarebbero stati “visionati” circa 1 milione di utenti: parole segrete, nomi e cognomi, indirizzi e-mail altri dati sensibili anche se il dato è stato successivamente ridimensionato. Per via dei pochi membri attivi gli hackers sarebbero però riusciti a prelevare le informazioni di “soli” 50mila utenti. Per dimostrare la veridicità delle affermazioni il gruppo ha messo online il materiale trafugato.

La Sony è ormai nel mirino degli hackers da circa due mesi: il 19 aprile scorso il Playstation Network dovette andare offline per problemi di sicurezza . Dopo continui rinvii il network europeo tornò online a metà maggio: ma la compagnia avrebbe dovuto affrontare pochi giorni dopo un altro problema, un’intrusione non autorizzata nei server della Sony Bmg (divisione ellenica).

Sul loro sito i Lulz Security hanno sbeffeggiato pubblicamente i programmatori della Sony affermando di aver utilizzato un metodo piuttosto elementare per eludere i sistemi di difesa “a dir poco primitivi”. Gli utenti, i cui dati sarebbero stati privi di algoritmi di criptaggio, grazie ai quali in assenza dell’apposita “chiave di decifrazione” i dati restano inservibili, “dovrebbero chiedere un migliore metodo di protezione” hanno aggiunto gli hackers.

Gianluca Francesco Pisutu

[ad#Aruba PopUnder][ad#HTML]

APPRFONDIMENTI  Dove sposarsi in Riviera Romagnola: tre destinazioni da sogno

Leave a Reply

Your email address will not be published.