Delitto Sarah Scazzi, Michele Misseri finalmente libero

Delitto Sarah Scazzi, Michele Misseri finalmente libero

TARANTO, 31 MAGGIO – Finalmente libero. Alle 20.30 del 30 maggio 2011 Michele Misseri varca nuovamente la soglia della “casa dei misteri” ad Avetrana. Ad attenderlo davanti all’abitazione di via Grazie Deledda un folla impressionante di curiosi e concittadini che lo hanno accolto calorosamente urlando: “Viva zio Michele”.

Michele aveva lasciato il carcere di Taranto a bordo di un fuoristrada grigio con i vetri oscurati, guidato da un amico di famiglia che insieme alla figlia più grande Valentina era andato a prenderlo.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay][ad#Aruba PopUnder]

“Zio Miché” è stato scarcerato perché secondo la procura di Taranto si sono attenuate le esigenze cautelari inerenti al capo di imputazione principale, l’omicidio della nipote Sarah Scazzi.

L’agricoltore avrà l’obbligo di firma presso la stazione dei carabinieri di Avetrana, mentre per le altre ipotesi di reato contestate: vilipendio e soppressione di cadavere  il termine di custodia cautelare è già scaduto.

Secondo il  gip del tribunale di Taranto Martino Rosati, l’omicidio della 15enne sarebbe stato compiuto nell’abitazione dei suoi zii “in assenza di Misseri”, che pur essendo ancora formalmente indagato per concorso in omicidio, sembra destinato a rispondere in un eventuale processo a suo carico del solo reato di concorso nella soppressione del cadavere.

VIDEO

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=x_Cr_VSk6to[/youtube]

Maria Giuseppina Bauleo

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.