Nastri D’Argento 2011: tutte le nomination

Nastri D’Argento 2011: tutte le nomination

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay]

BOLOGNA, 28 MAGGIO – E’ quasi tutto pronto per i “Nastri d’Argento 2011” che saranno consegnati nella splendida cornice del Teatro Antico di Taormina.

In testa alle nomination vi è l’ultimo film di Nanni Moretti, che dopo Cannes cerca di rifarsi in territorio italiano.

Ben sette le nomination per “Habemus Papam” che se la gioca contro le commedie “Benvenuti al Sud” di Luca Miniero e “Nessuno mi può giudicare” di Massimiliano Bruno, ferme a sei nomination.

Solo cinque nomination per “La solitudine dei numeri primi”, film di Saverio Costanzo tratto dal libro best seller di Paolo Giordano, mentre con quattro nomination troviamo Malavoglia, Una vita tranquilla, Vallanzasca-Gli angeli del male, 20 sigarette e le due commedie di Paolo Genovese “Immaturi” e “La banda dei Babbi Natale” di Aldo, Giovanni e Giacomo.

La sfida per il “Nastro d’Argento” al “Miglior Regista” vede in gara grandissimi nomi del cinema italiano : Marco Bellocchio per il film “Sorelle mai”, Saverio Costanzo per “La solitudine ta dei numeri primi”, Claudio Cupellini per “Una vita tranquilla”, Nanni Moretti con “Habemus Papam” e Pasquale Scimeca con “Malavoglia”.
Nella categoria “Miglior Regista Esordiente” si sfidano interessanti nomi, tra cui Aureliano Amadei (20 sigarette), Massimiliano Bruno (Nessuno mi può giudicare), Ascanio Celestini (La pecora nera) e Edoardo Leo (18 anni dopo) e infine, grazie al successo di Cannes, arriva anche Alice Rohrwacher con Corpo celeste.

Nella sezione “produttori” si sfidano, accanto a Medusa e Cattleya produttori di “Benvenuti al Sud” e Pietro Valsecchi per “Che bella giornata”, nomi come quelli di Nanni Moretti e Domenico Procacci per la produzione di Habemus Papam, il trio Corsi –Romoli – Bonivento per “20 sigarette” e Fabrizio Mosca per “Una vita tranquilla – Into Paradiso”.

APPRFONDIMENTI  Droni e privacy: un rapporto difficile da portare avanti

Per la “Migliore Attrice Protagonista” la cinquina è composta da : Paola Cortellesi, Angela Finocchiaro e Donatella Finocchiaro, Isabella Ragonese e Alba Rohrwacher, mentre nella categoria “Miglior Attore Protagonista”, la sfida è tra la coppia Claudio Bisio – Alessandro Siani, Raoul Bova, Kim Rossi Stuart, Toni Servillo ed Emilio Solfrizzi.

Tra le “Attrici Non Protagoniste”: Carolina Crescentini, Anna Foglietta, Marta Gastini, Valentina Lodovini e, in coppia, due attrici di Corpo celeste: Anita Caprioli e la non professionista Pasqualina Scuncia.

Nastro dell’anno a Mario Martone e al suo “Noi credevamo”, che riconferma la particolare attenzione che i giornalisti cinematografici hanno verso un certo tipo di cinema fatto con qualità e professionalità.

Non mancherà spazio però per la commedia italiana, che in questa edizione è tra le protagoniste indiscusse. Come sempre vi sarà una cinquina speciale, che permetterà, una volta premiato il film vincitore, di premiare anche il suo autore, i produttori e naturalmente il cast .

Vi sarà spazio per tutti : dai film che hanno conquistato il botteghino, quelli di nicchia, alle commedie piccole, ma interessanti come “Senza arte né parte”, “Qualunquamente” e tante altre.

Non ci resta che aspettare fine mese per scoprire chi riuscirà a vincere il prestigioso Nastro d’Argento.

Emanuele Ambrosio

[ad#Aruba PopUnder]

Leave a Reply

Your email address will not be published.