G8, Berlusconi ad Obama: “In Italia abbiamo quasi una dittatura dei giudici di sinistra”

G8, Berlusconi ad Obama: “In Italia abbiamo quasi una dittatura dei giudici di sinistra”

BOLOGNA 27 MAGGIO – Ieri, ha avuto inizio a Deauville, in Normandia l’incontro tra i vertici del mondo per discutere di gravi problemi come la situazione in Afghanistan, l’economia globale, la successione al fondo monetario internazionale, gli aiuti in Africa. Eppure l’attenzione si è soprattutto concentrata sul breve labiale del presidente del consiglio Berlusconi, con il presidente Obama, poco prima dell’ avvio della sessione di lavoro. Infatti Berlusconi ha denunciato quella che ormai sembra un sua ossessione, cioè “la lotta contro i comunisti” o meglio i suoi problemi giudiziari, noi abbiamo presentato la riforma della giustizia – ha detto – è per noi fondamentale, perché in questo momento abbiamo quasi una dittatura dei giudici di sinistra.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Aruba PopUnder][ad#Juice Overlay]

Immaginabile la reazione dello stesso presidente dell’ Associazione Nazionale Magistrati, Luca Palamara “non ci prestiamo a strumentalizzazioni legate alla campagna elettorale. La magistratura è un istituzione fondamentale dello Stato di diritto. È però molto grave che una fondamentale istituzione dello Stato italiano venga denigrato anche agli occhi di un importante capo di Stato estero“.

Mentre l’ opposizione: “non so se Berlusconi chiederà ad Obama l’intervento della Nato – ha detto Bersanidue giorni fa era l’ anniversario della morte di Falcone. Dedicherei una riflessione di 30 secondi al fatto che in quegli anni c’ erano persone che si sacrificavano per salvare la Costituzione e le leggi mentre oggi si sacrificano la Costituzione e le leggi per salvare la pellaccia di una sola persona”.

Lucia Argento

 

APPRFONDIMENTI  Droni e privacy: un rapporto difficile da portare avanti

Leave a Reply

Your email address will not be published.