Milano: prostituta uccisa a Cinisello Balsamo, fermato un muratore di 44 anni

Milano: prostituta uccisa a Cinisello Balsamo, fermato un muratore di 44 anni

MILANO, 27 MAGGIO – Era una giovane romena la ragazza trovata morta e ritrovato dagli uomini dell’Arma in un garage a Cinisello Balsamo, nel Milanese. Si prostituiva nella zona del viale Fulvio Testi, al confine tra Cinisello e Sesto San Giovanni. Il corpo della donna è stato scoperto  dopo una denuncia sporta da una ghanese che intorno alla mezzanotte di sabato scorso, è stata vittima di un’aggressione da parte di Antonio Giordano, l’uomo fermato per l’omicidio della romena, e proprietario del box.

L’autorimessa all’interno era insonorizzata, c’era un letto, alcuni mobili, una tv, un ricco archivio di videocassette hard, oltre al corpo della giovane prostituta.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice PopUnder1][ad#Juice Overlay]

Il corpo della ragazza 23enne è stato trovato con polsi e caviglie legati e collegati ad un cappio intorno al collo. Per questa ragione l’ipotesi è che la ragazza sia morta per strangolamento. Il pubblico ministero Franca Macchia, ha disposto l’autopsia sul corpo della vittima per verificare le cause esatte del decesso. Per l’omicidio è stato fermato Antonio Giordano, un muratore di 44 anni, separato e padre di due figli, che vive a Sesto San Giovanni con la madre e la sorella.

I carabinieri del Gruppo di Monza sono impegnati a vagliare l’ipotesi che il responsabile dell’omicidio possa essere un serial killer con la presenza di complici.

E’ stata preziosa la testimonianza di una ragazzina di 14 anni che dal balcone della sua casa ha assistito all’aggressione di sabato sera avvenuta ai danni della ghanese: “Ho sentito urlare un uomo e una donna e ho visto quei due che uscivano dal box. Lui in auto e lei a piedi. Lui insisteva perché lei entrasse nella vettura, ma lei non voleva”. Poi ha riferito ai carabinieri che la lite è continuata per diversi minuti fino a quando l’uomo ha cercato di colpirla.

“Lei è scappata e lui, vedendo che erano tutti alla finestra, ha fatto un’improvvisa retromarcia rischiando di investirla”.

Maria Giuseppina Bauleo

Leave a Reply

Your email address will not be published.