Yemen, situazione critica nella capitale: i morti sono più di 50

Yemen, situazione critica nella capitale: i morti sono più di 50

Saana, 26 MAG.Continua ad aggravarsi il bilancio dello scontro tra le milizie fedeli al leader dell’opposizione Sadiq al-Ahmar e le forze governative del presidente Ali Abdullah Saleh. Nella sola giornata di ieri sono morte circa 60 persone (di entrambi gli schieramenti): 24 durante le schermaglie diurne; altre 28 nella notte in seguito all’esplosione di un deposito munizioni.

Lo sceicco Sadiq rifiuta fermamente il cessate il fuoco e sembra deciso a proseguire la battaglia che ha definito come “una guerra tra me e il presidente Ali Abdullah Saleh”.”Aspetto che Saleh venga ad arrestarmi. Tutte le tribù sono con me e il popolo è stanco di lui” ha infine aggiunto il capo della tribù Hashed contro il quale la Procura della capitale ha emesso un mandato di cattura.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Aruba PopUnder][ad#Juice Overlay]

Dall’altra parte il presidente Saleh, ormai al potere da quasi trentatre anni, non sembra intenzionato ad accettare il passaggio di consegne: la stessa mediazione dei Paesi del Golfo, favorevoli alla firma di un trattato che porterebbe all’uscita di scena del presidente con la garanzia dell’immunità, è stata respinta per ben tre volte dal leader governativo.

Il futuro del Paese appare quindi incerto e la tensione sembra destinata inevitabilmente a salire: diversi media interpretano ormai lo scontro come il preludio di un’inevitabile guerra civile.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=-5V0ygAR5Sg[/youtube]

Gianluca Francesco Pisutu

APPRFONDIMENTI  Droni e privacy: un rapporto difficile da portare avanti

Leave a Reply

Your email address will not be published.