Attenzione all’Escherichia coli

Attenzione all’Escherichia coli

BOLOGNA, 26 MAGGIO – Il ministero della Salute di Amburgo in una conferenza stampa, ha diffuso la notizia che l’Istituto di Igiene di Amburgo ha identificato alcuni cetrioli provenienti dalla Spagna come vettori dei pericolosi agenti patogeni EHEC. L’Escherichia coli, in Germania si registrano almeno quattro vittime, decedute apparentemente a causa del ceppo aggressivo e insolitamente “cattivo” di E. coli enteroemorragico (Ehec), e oltre 600 sono infette di cui 140 sarebbero in gravi condizioni di salute.
La Commissione europea ha invitato le persone che si sono recate di recente in Germania a prestare attenzione ad eventuali sintomi dell’infezione che si è diffusa in modo preoccupante nel Paese. «Per il momento non ci sono elementi che indichino un contagio in altri paesi, ma si stanno esaminando dei casi sospetti in Svezia, Regno unito e Paesi Bassi fra persone che hanno viaggiato in Germania nell’ultimo periodo», ha detto il portavoce della sanità, Frederic Vincent. Il sintomo più evidente della malattia è una dissenteria emorragica, diarrea, sangue nelle feci, mal di testa e forti dolori allo stomaco.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Aruba PopUnder][ad#Juice Overlay]

Il Robert Koch Institute ha dichiarato che un migliaio di persone vengono infettate dal batterio ogni anno in Germania, spesso senza gravi complicazioni. Solo che, questa volta, la cosa sembra più grave. Più di 80 persone hanno sviluppato la sindrome uremica emolitica, una grave complicanza che può portare alla morte.

Ci sono 42 diversi tipi di EHEC. La forma che si è diffusa in Germania potrebbe essere un 43esimo tipo, ha spiegato il professor Karch, capo di un comitato di esperti in EHEC dell’Università di Muenster (Nord Reno-Westfalia).

APPRFONDIMENTI  Droni e privacy: un rapporto difficile da portare avanti

Le persone che hanno sviluppato l’infezione in Germania sarebbero grandi consumatori di pomodori, cetrioli e insalata, per cui le autorità hanno raccomandato di lavare bene questi alimenti prima di consumarli. Lavare gli alimenti però talora potrebbe non essere sufficiente, per cui sarebbe meglio cuocerli.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=FrRogPjiXRs[/youtube]

Maria Giuseppina Bauleo

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.