Gaffe di Vespa: schivato in extremis scontro politico

Gaffe di Vespa: schivato in extremis scontro politico

MILANO, 26 MAGGIO – E’ probabile che gli ultimi giorni pre-ballottaggio, tra denunce, calunnie e offese, stiano avendo effetti devastanti sull’attenzione di alcuni giornalisti italiani, che sembrano non riuscire a evitare clamorosi errori e gaffe. A partire dalla messa in onda delle interviste al premier (infrazione bella e buona alla par condicio) per arrivare all’ultima perla che il giornalismo italiano ha regalato al pubblico, questa volta nella persona di Bruno Vespa.

Il conduttore di Porta a Porta infatti, nella puntata del 24 maggio, ha commesso una gaffe clamorosa a danno del solito Giuliano Pisapia, il candidato della sinistra a sindaco di Milano, riferendo una dichiarazione rilasciata dalla moglie, Cinzia Sasso, alla rivista Vanity Fair. Nell’intervista la Sasso condivide il giudizio di Pisapia sul premier: “simpatico come intrattenitore, ma inadatto a governare”. Vespa ha riportato questa affermazione scambiando però il soggetto, riferendola, infatti, a Pisapia stesso e concludendo il tutto con un sarcastico: “Certo che la signora non ha fatto un gran piacere al marito, non so se verrà una smentita…”. La reazione della parte interessata è stata rapida e decisa, certamente diretta a scongiurare quello che sembrava un ennesimo attacco propagandistico ai danni del candidato a sindaco di Milano, il quale ha da poco avviato una pratica contro presunte diffamazioni portate avanti nei suoi confronti. Dopo il chiarimento del portavoce di Pisapia, Maurizio Baruffi, Vinicio Peluffo, membro del PD della commissione di vigilanza Rai, ha invitato Vespa a una rettifica immediata: “Siamo sicuri che a Bruno Vespa, grande professionista della comunicazione televisiva non sfugga l’effetto distorsivo dell’errore compiuto e siamo certi che vorrà rettificare nella puntata di oggi, ristabilendo la correttezza delle notizie citate e l’equilibrio della trasmissione da lui condotta, altrimenti verrebbe da pensare che la svista non è casuale”.

APPRFONDIMENTI  Droni e privacy: un rapporto difficile da portare avanti

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay][ad#Aruba PopUnder]

Di nuovo, quindi, si è rischiato l’esplosione di un caso politico legato al rapporto ambiguo che intercorre tra politica e organismi di comunicazione in queste elezioni amministrative.
Il mattino seguente Bruno Vespa ha così commentato l’accaduto: “Immaginare anche solo per un momento che io abbia confuso volontariamente Berlusconi con Pisapia nella frase pronunciata in un’intervista della moglie del candidato sindaco di Milano, è così stravagante da non poter essere nemmeno commentata” e ha aggiunto “la verità, purtroppo, è che pensavo che la gaffe l’avesse fatta la signora Sasso, tanto è vero che ho detto: «Vedremo se farà una smentita», tanto mi sembrava enorme la notizia. La mia rettifica, simpatica e doverosa, avverrà naturalmente stasera durante la trasmissione con Berlusconi”. Lo storico giornalista ha mantenuto la parola e nella puntata di Porta Porta di ieri sera (25 maggio), ha corretto così il suo errore prima di passare la parola a Silvio Berlusconi “Ho letto male, ma la moglie di Pisapia ce l’aveva con lei e non con suo marito”.

Sembra così che quest’ennesima bomba sia rimasta inesplosa, ma è indicativa di un clima teso e, soprattutto, sleale, nel quale ciò che normalmente sarebbe stato considerato fin dal principio un semplice errore di distrazione (seppur grave per un giornalista del calibro di Bruno Vespa) ha sollevato dubbi e sospetti.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=U6Y7uSfcDY4[/youtube]

Beatrice Occhini

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.