Allarme in Germania: rischio epidemia

Allarme in Germania: rischio epidemia

BERLINO, 25 MAGGIO – E’ in allarme il sistema sanitario tedesco per la rapida diffusione del batterio Escherichia Coli, che ha provocato 3 morti nelle ultime 24 ore e che ha raggiunto un totale di 400 casi.

Una donna anziana, 83 anni, della Bassa Sassonia sarebbe infatti morta dopo un ricovero di 9 giorni, poi a Brema è stato il caso di una venticinquenne ed infine nella zona del  Schleswig-Holstein si sarebbe registrata un’altra vittima.

La causa della diffusione del contagio non sarebbe ancora stata identificata precisamente ed è preoccupazione in Germania soprattutto per la rapidissima diffusione di Ehec, acronimo della malattia, che ha portato 40 persone in fin di vita attualmente ricoverate negli ospedali.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice PopUnder1][ad#Juice Overlay]

I sintomi, nei casi gravi, sarebbero sindrome emolitica-uremica che può portare ad una insufficienza renale acuta. Prevalentemente i sintomi prevalenti causati dal germe sarebbero dolori-crampi al ventre e diarree emorragiche: spiega il dott. Reinhard Burger, dell’Istituto Robert-Koch di Francoforte “Non si tratta di un nuovo germe intestinale ma quel che è eccezionale è che in un numero elevato di casi c’è l’insorgenza di malattie gravi”. La patologia più diffusa portata dal batterio E-coli è infatti la dissenteria causata da alimenti contaminati: il batterio vive nell’intestino di alcuni mammiferi e dunque potrebbe essere portato da verdure concimate non lavate in modo adeguato.

L’autorità sanitaria di Francoforte sta per questo controllando con particolare cura alcune mense aziendali della città, poiché i 19 pazienti colpiti in città si sono serviti di due tra questi centri e lo stesso dato che riguarda le mense ha interessato Berlino. Il pericolo è che una partita di cibo contaminato sia finito nelle cucine.

APPRFONDIMENTI  Droni e privacy: un rapporto difficile da portare avanti

Con una situazione che ci si aspetta si aggraverà nei prossimi giorni, l’informazione tedesca sta lanciando appelli per lavare con cura il cibo e rinunciare alle verdure crude. Le donne sono tra i soggetti più colpiti perché occupandosi solitamente della cucina sono le più esposte al contagio.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=t65yXfGVmNE[/youtube]

Chiara Ripamonti

Leave a Reply

Your email address will not be published.