La statua di Wojtyla potrebbe essere rimossa, Alemanno attenua la polemica

La statua di Wojtyla potrebbe essere rimossa, Alemanno attenua la polemica

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice PopUnder1][ad#Juice Overlay]

ROMA, 20 MAG. – La situazione è seria ma non grave, modificando l’aforisma di Ennio Flaiano si delineano i contorni della polemica che ha per oggetto la statua di Papa Wojtyla inaugurata il 18 maggio alla stazione Termini di Roma. L’opera, donata alla città dalla Fondazione Silvana Paolini Angelucci è stata realizzata dallo scultore Oliviero Rainaldi. In piazza dei Cinquecento, durante la cerimonia d’inaugurazione, il sindaco Alemanno ha dichiarato “è una statua suggestiva, un’opera moderna, come tutte le opere di questo tipo stimola e muove la fantasia. Ognuno ci troverà la visione giusta: chi soffre avrà conforto, chi cerca un punto di riferimento lo troverà“. Qualcuno ha subito criticato i cinque metri di bronzo patinato argento: “Non mi piace assolutamente, sembra una garitta dei militari, peraltro sventrata – avrebbe detto un sacerdote – Anche il volto somiglia molto più a Giovanni XXIII che non a Papa Wojtyla”.

La stroncatura è arrivata anche dall’Osservatore Romano, quotidiano della Santa Sede, che scrive: “Scultura singolare, come squarciata dal vento che la fa somigliare a una tenda aperta o, come ha detto qualcuno, a una campana. Il mantello sembra una garitta, sormontata da una testa del Papa eccessivamente sferica”. Il sindaco Alemanno dopo le critiche giunte da più parti ha fatto capire che se l’opera non piace potrà essere rimossa. “Non sta al sindaco fare il critico d’arte – ha dichiarato Alemanno – la nostra sovrintendenza ha ascoltato tutti i pareri delle autorità, anche religiose. Ora ascolteremo la parola della gente. Se le persone non si identificassero nella statua allora magari qualche cambiamento potrebbe essere fatto”. Speriamo che Wojtyla, dotato anche di senso dell’umorismo, dall’alto sorrida di noi.

APPRFONDIMENTI  Droni e privacy: un rapporto difficile da portare avanti

Cristina Reggini

One Response to "La statua di Wojtyla potrebbe essere rimossa, Alemanno attenua la polemica"

  1. Povera Italia  2011/05/20 at 20:43

    Opera della mediocrità più assoluta, è l’ennesimo esempio di monumento retrogrado con cui inficiare una piazza.
    Ovvio che si tratta di un Vespasiano… è interessante analizzarla partendo da un punto di vista fisiologico.
    Sembra in effetti proprio la beatificazione di un vespasiano, ve li ricordate i vecchi pisciatoi di Roma? Abbattuti anni fa perchè antigienici ed ora finalmente beatificati dal Papa.
    Immaginate con tutti gli extracomunitari della stazione quanti andranno a pisciarci…
    Sarà l’urina dei popoli che si unisce all’interno dell’opera per dare vita al mare magum della fratellanza cattolica dei poveri diseredati….

Leave a Reply

Your email address will not be published.