Arrestato cannibale a Mosca: stava mangiando il fegato della vittima

Arrestato cannibale a Mosca: stava mangiando il fegato della vittima

MOSCA, 18 MAGGIO Era seduto a tavola, mentre si apprestava a mangiare uno spezzatino di fegato umano. E’stato colto in flagranza di reato e arrestato, nella sua casa di Mosca, Nikolai Chandrin, affetto da gravi disturbi psichiatrici.

L’agenzia di informazione russa Ria Novisti ha diramato la notizia, citando un comunicato del comitato investigativo. Gli inquirenti hanno rinvenuto nell’abitazione dell’uomo gli utensili utilizzati per commettere l’omicidio e alcune parti di fegato umano.

La vittima è il quarantenne Ilya Yegorov, conoscente di Chandrin: secondo la ricostruzione  fatta dalla polizia, Yegorov sarebbe stato ucciso il 2 maggio. L’indagine è partita in seguito al ritrovamento della testa, di un piede, una mano e parti di una spalla  in vari punti della città, e gli agenti sono riusciti a risalire a Chandrin grazie alle impronte digitali. L’uomo, reo confesso, dovrà ora rispondere di omicidio e atti di cannibalismo.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice PopUnder1][ad#Juice Overlay]

Non è la prima volta che casi di antropofagismo sconvolgono la Russia: nel 2009 due fratelli uccisero il maggiore, cibandosi del suo corpo per sei mesi;  nell’aprile del 2010 due ventenni ubriachi fecero a pezzi un’amica sedicenne per poi servirne alcune parti a cena all’ignara coinquilina.

Mariangela Celiberti

APPRFONDIMENTI  Droni e privacy: un rapporto difficile da portare avanti

Leave a Reply

Your email address will not be published.