Strauss Khan rischia 70 anni di prigione

Strauss Khan rischia 70 anni di prigione

NEW YORK, 17 MAGGIOIl giudice Melissa Jackson ha deciso che il direttore del Fmi Strauss Khan rimarrà in carcere, dall’esame degli atti d’accusa, violenze sessuali e sodomia, rischia 70 anni di prigione. Intanto è stato trasferito al carcere di New York Rickers Island, dove rimarrà sino al 20 maggio, data della nuova udienza. Nel corso dell’udienza verrà deciso se convocare o meno un gran giurì composta da 16 a 23 cittadini, per decidere o meno sull’ incriminazione.  Il giudice e l’accusa hanno negato la libertà di cauzione, per paura che scappasse, come era successa nel 1977 per il regista Roman Polaski.

L’ ALIBII due avvocati di Strauss Khan, Benjamin Brafman e William Taylor, avevano dichiarato che il direttore del Fmi aveva lasciato l’ albergo, un ora prima dell’aggressione, per raggiungere sua figlia a pranzo. Ma la polizia ha corretto l’ora dei fatti alle 12 e non più alle 13, crolla cosi il suo alibi.

La polizia ha ottenuto un mandato per analizzare gli abiti indossati sabato ed eventuali tracce di DNA . Intanto Strauss Khan avrebbe dato il consenso per l’ analisi di graffi rilevati sul suo torace, secondo il rapporto dei diplomatici francesi  a Parigi.

NUOVA  ACCUSALa scrittrice e giornalista, Tristane Banon, ha dichiarato di denunciare Strauss Khan di aver tentato di violentarla nel 2002. La giovane era stata dissuasa a non denunciare il fatto dalla madre Anne Monsouret, consigliere regionale socialista dell’ alta Normandia.

VIDEO

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=dtrEaSLu58o[/youtube]

Lucia Argento

[ad#Juice Banner][ad#Juice PopUnder1][ad#Juice Overlay]

APPRFONDIMENTI  Droni e privacy: un rapporto difficile da portare avanti

Leave a Reply

Your email address will not be published.