94° Giro d’Italia: Alberto Contador incenerisce i rivali

94° Giro d’Italia: Alberto Contador incenerisce i rivali

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice PopUnder1][ad#Juice Overlay]

CATANIA, 16 MAGGIO – Cinico e spavaldo. Imprendibile e eroico. Alberto Contador è tornato padrone del Giro d’Italia a distanza di tre anni dalla passerella finale sul traguardo di Milano.
Un impresa storica lungo i dolci tornanti dell’Etna. Distacchi da Mortirolo o Marmolada, un colpo da ko inflitto ai rivali su medie pendenze, come quelle dei 27 tornanti che portano al gigante nero etneo.

Alberto ha messo in campo le sue doti migliori: cronoman all’Armstrong, scalatore alla Pantani. Un mix esplosivo che non ha lasciato scampo a “Pollicino” Rujano, all’enfant du pays Vincenzo Nibali e al gladiatore Scarponi.

Solo l’ombra del doping e i giudici del Tas potranno fermare il “Vulcano” Contador.

Massimiliano Riverso

APPRFONDIMENTI  Droni e privacy: un rapporto difficile da portare avanti

Leave a Reply

Your email address will not be published.