Calciomercato Milan: Partono le Grandi Manovre

MILANO, 16 MAGGIO – Festeggiato lo Scudetto numero 18 con il bagno di folla in Piazza Duomo nel cuore di Milano e a San Siro, con la vittoria per 4-1 con il Cagliari, per i dirigenti del Milan è ora di rimettersi al lavoro, al fine di chiarire le questioni dei rinnovi contrattuali e definire le future strategie di mercato.

L’A.d Adriano Galliani, impegnato nella mattinata odierna nel vertice in Lega Calcio, sarà il protagonista principale di questa delicata fase di rinnovi, che vedono interessati alcuni dei più importanti campioni che hanno scritto pagine importanti della storia del Club rossonero. La lunga seria di incontri e colloqui con i manager degli atleti, inizierà ufficialmente nel pomeriggio per concludersi presumibilmente nel fine settimana.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice PopUnder1][ad#Juice Overlay]

Le strategie del Milan, dovrebbero prevedere dei rinnovi di al massimo due anni, a cifre minori per abbassare il tetto ingaggi, al momento il più alto della serie A con l’Inter, cercando di puntellare l’organico con giovani di ottime prospettive da fare crescere rapidamente.

Andiamo ad analizzare la situazione nel dettaglio:

  • Van Bommel, il metronomo del centrocampo arrivato a Gennaio dal Bayern Monaco, si è sicuramente guadagnato la riconferma per le prossime 2 stagioni grazie a delle ottime prestazioni e tanta sostanza.
  • Ambrosini, attuale capitano rossonero andrà a rinnovare per altre 2 stagioni per potere chiudere la carriera in rossonero.
  • Nesta, andrà al rinnovo per una sola stagione, quella che chiuderà la sua straordinaria carriera calcistica.
  • Legrottaglie, arrivato a Gennaio dalla Juventus per arginare la catena di infortuni nel reparto difensivo, è destinato a lasciare il club a parametro zero, pur avendo esternato la sua ambizione di volere giocarsi il posto.
  • Jankulosvki, lascerà il club a parametro zero e tornerà a giocare nel suo paese, la Repubblica Ceca, dove pare avere già trovato un posto al Banik Ostrava.
  • Inzaghi, inneggiato calorosamente dal popolo rossonero durante i pochi minuti a lui concessi nel match con il Cagliari, “Superpippo” sarà sicuramente confermato per un’altra stagione alla ricerca dell’ennesimo record europeo.
  • Pirlo, il vero regista del Milan di Ancelotti e della Nazionale Italiana, dovrebbe essere l’unico vero “big” ad essere tagliato per volontà societarie. Fuori per buona parte della stagione a causa di un infortunio al ginocchio, e mai al meglio anche nella prima parte a causa dei postumi del Mondiale Sudafricano, è stato rimpiazzato nello schema con 3 mediani di Allegri, con Ambrosini prima e con Van Bommel dopo, facendolo risultare così non indispensabile. Oltre a ciò, il giocatore è vincolato anche da un elevatissimo ingaggio di circa 6 milioni annui, premi esclusi, che Galliani vorrebbe portare a 3 – 3,5 al massimo senza la garanzia di un posto fisso e di un accordo pluriennale. La corte della Juventus, all’ennesima ricostruzione e decisa  ad investire su di lui, pare essere più di una sirena di mercato.
  • Seedorf, sarà probabilmente il rinnovo più complicato e spinoso, poiché seppur il giocatore abbia ripetutamente espresso la volontà di rimanere a Milano, i piani della società su di lui sono leggermente diversi dalle sue pretese, in quanto il 35enne giocatore olandese non vorrebbe decurtarsi oltremodo il suo attuale stipendio da 4 milioni annui. Risultato decisivo nel finale di stagione nel ruolo di trequartista puro ma anche come regista arretrato, avrà un alleato in più in Allegri suo grande estimatore.
APPRFONDIMENTI  Droni e privacy: un rapporto difficile da portare avanti

BNSPORT – Mattia Turci

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.