Festival di Cannes: Le lacrime di Moretti e la nuova avventura di Jack Sparrow

Festival di Cannes: Le lacrime di Moretti e la nuova avventura di Jack Sparrow

CANNES, 14 MAGGIO 2011 – Per i fan della saga dei Pirati dei caraibi oggi è un grande giorno: Johnny Depp e Penelope Cruz sfileranno sul red carpet in occasione della proiezione del quarto episodio delle avventure di Jack Sparrow, Pirati dei Caraibi: oltre i confini del mare. La Cruz interpreta una ex fidanzata del bel pirata, cercando di colmare il vuoto lasciato da keira Knightley e Orlando Bloom che non hanno preso parte all’ultima impresa caribica, dedicata alla ricerca della fonte dell’eterna giovinezza. Il film, fuori concorso a Cannes, uscirà in italia il 18 maggio.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice PopUnder1][ad#Juice Overlay]

Lacrime di commozione invece per Nanni Moretti e il cast di Habemus Papam, accolto da un’ovazione durata più di dieci minuti. La pellicola è stata apprezzata dal pubblico d’Oltralpe che ha recepito appieno lo spirito della storia, senza applicarvi interpretazioni anti clericali o critiche contro il Vaticano. Moretti aveva già vinto la Palma d’Oro con La stanza del figlio, ma l’accoglienza riservata alla sua ultima opera ha suscitato grande commozione in lui e tra gli altri interpreti, su cui spicca la prova d’attore di Michel Piccoli.

Insieme al film di Moretti è stato presentato Polisse di Maiwenn Le Besco che parla di una squadra della Child Protect Unit, un’unità che si occupa dei minori vittime di violenze e della durezza di questo lavoro che richiede una grande forza emotiva. Il coinvolgimento del pubblico è accentuato dalla scelta di effettuare le riprese con piccole camere a mano che sprofondano lo spettatore nelle vicissitudini dei protagonisti della storia.

Un’altra proiezione ricca di contenuti forti è stata quella di Sleeping Beauty in cui Emily Browning interpreta Lucy, una studentessa universitaria che durante il sonno lascia che i clienti dispongano del suo corpo con un unico divieto, quello della penetrazione. Sleeping beauty non ha riscosso grande successo al contrario di Restless di Gus Van Sant, storia di un ragazzo orfano e senza amici che passa il tempo prendendo parte ai funerali di gente sconosciuta. Durante l’ennesima cerimonia funebre incontra una ragazza piena di vita di cui si innamora a prima vista. La giovane ha solo tre mesi di vita e l’atipicità della storia ha stregato il pubblico.

Sara Marini

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.