Melania Rea: trovato l’anello di fidanzamento, forse gettato contro l’aggressore

Melania Rea: trovato l’anello di fidanzamento, forse gettato contro l’aggressore

ASCOLI PICENO, 13 MAG.Il 20 aprile scorso, nel Bosco delle Casermette a Ripe di Civitella, Teramo, fu trovato il corpo senza vita di Melania Rea, a distanza di 3 settimane nello stesso luogo, durante un sopralluogo è stato trovato un suo anello. Non si tratta di un gioiello qualsiasi, ma dell’anello d’oro con brillante che il marito le aveva regalato per il fidanzamento. Il piccolo oggetto era distante dal luogo in cui è stato trovato il corpo, a una distanza che lascerebbe pensare sia stato gettato contro l’aggressore, l’altra ipotesi è che si sia sfilato durante la colluttazione.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice PopUnder1][ad#Juice Overlay]

Gli investigatori, in uno dei primi sopralluoghi, avevano trovato anche un orecchino della vittima. Melania potrebbe davvero essere stata uccisa nel luogo in cui fu trovata, anche se in un primo tempo si era osservato che le macchie di sangue lasciate nel terreno erano esigue rispetto alle ferite inferte.

La soluzione del giallo sembra lontana, non confortano le parole del procuratore, Michele Renzo, che ha definito il caso un vero e proprio “rompicapo”. Oggi nella camera mortuaria dell’Ospedale di Teramo il medico legale Adriano Tagliabracci effettuerà un secondo esame autoptico sul corpo della donna. Gli accertamenti serviranno a stabilire l’arco di tempo in cui furono inflitte le coltellate post mortem, si cercherà inoltre di risalire con maggiore precisione all’arma del delitto e all’ora della morte. Dopo l’esame il corpo di Melania Rea potrebbe tornare ai familiari che attendono per renderle l’ultimo saluto.

VIDEO

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=oiquE5PPr0M[/youtube]

Cristina Reggini

Leave a Reply

Your email address will not be published.