Chi uccise Melania tornò sulla scena del crimine per colpire ancora e depistare

Chi uccise Melania tornò sulla scena del crimine per colpire ancora e depistare

ASCOLI PICENO, 10 MAG – I risultati degli esami effettuati sul corpo di Melania Rea stanno portando gli investigatori sulle tracce dell’assassino. La possibilità di datare il tempo di coagulazione del sangue ha permesso di risalire al modus operandi dell’assassino. Le ferite da arma da taglio sono state inferte in due tempi, quelle mortali risalgono a diverse ore prima rispetto ad altre meno profonde. Un omicidio in due tempi quello di Melania Rea, la prima serie di coltellate, quella letale, è stata sferrata con impeto, in un secondo momento l’assassino avrebbe infierito sul corpo della donna al solo scopo di depistare le indagini.

[ad#Juice 120 x 60][ad#Juice PopUnder1][ad#Juice Overlay]

Chi l’ha uccisa, a distanza di ore dal delitto, è tornato sulla scena del crimine e ha infierito sul corpo senza vita di Melania, inciso la svastica sulla coscia e inserito la siringa sotto il seno, proprio nel punto in cui alle allieve nella visita di leva viene fatta un’iniezione. L’azzardo di tornare sulla scena del crimine può averlo compiuto un folle, in balia delle sue ossessioni, oppure la mente fredda di qualcuno abituato ad affrontare con lucidità situazioni al limite. Le indagini proseguono a 360° anche se la ricostruzione fornita dal marito di Melania si fa sempre più incerta. Oggi il legale di Salvatore Parolisi, l’avv. Tommaso Pietropaolo, ha dichiarato alla stampa che il suo cliente rimase a dormire dall’amico Raffaele Paciolla, guardia penitenziaria, il 20 aprile, quando era già stato trovato il corpo della moglie e non il 18, giorno della sua scomparsa.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=7hMOGuZyzRk[/youtube]

Cristina Reggini

APPRFONDIMENTI  Droni e privacy: un rapporto difficile da portare avanti

2 Responses to "Chi uccise Melania tornò sulla scena del crimine per colpire ancora e depistare"

  1. Luca B.  2011/05/10 at 21:34

    Boh … che storia assurda… Ma dico io… oggi se ammazzi qualcuno ti beccano quasi sempre … bisogna proprio esser fessi a compiere omicidi anche a mente fredda!!

  2. anna  2011/06/12 at 17:51

    se il 19 aprile c’e stato il depistaggio non è ad opera di parolisi visto che e stato tutto il giorno in caserma con la bambina perchè non si alscolta la testimonianza della persona a san marco che ha visto una donna correre nel bosco?o di un altro che ha visto una fonna sul ciglio della strada camminare a passo svelto? perchè non si prende in considerazione la possibilità che ad uccidere è stato un amante o di lui o addirittura di melania,? il movente è passionale I cani hanno fiutato l’odore di melania a san marco è da li che le indagini devono ripartire

Leave a Reply

Your email address will not be published.