Obama: Bin Laden aveva rete di sostegno in Pakistan

Obama: Bin Laden aveva rete di sostegno in Pakistan

ISLAMABAD, 9 MAGGIO – Nel corso dell’intervista al programma 60 Minutes di Cbs, il presidente degli Stati Uniti Barak Obama avrebbe affermato che “Sappiamo che c’era un qualche tipo di rete di sostegno a Bin Laden all’interno del Pakistan. Ma non sappiamo da chi o che cosa questa rete di sostegno fosse composta”. Le dichiarazioni del presidente degli Stati Uniti solleverebbero dunque il quesito se il governo pachistano sapesse il luogo di rifugio del capo dell’associazione terroristica Al Qaeda.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice PopUnder1][ad#Juice Overlay]

Avrebbe commentato Obama: “Non sappiamo se ci sia stato qualcuno dentro o fuori il governo e questo dovrà essere oggetto di inchiesta e, cosa più importante, sarà il governo pachistano a dover indagare”. Interrogato all’interno del programma se avesse avvertito il governo o l’esercito del Pakistan prima dell’operazione militare, il presidente degli Stati Uniti avrebbe risposto: “Non ne ho parlato con molta gente nemmeno qui alla Casa Bianca. Non ne ho parlato con la mia famiglia. Per noi era importante mantenere la sicurezza dell’operazione. Se non rivelo ad alcuni dei miei più stretti collaboratori quello che stiamo facendo, state certi che non lo vado a rivelare a gente che non conosco”.

In alcuni momenti Obama avrebbe avuto alcuni dubbi sul proseguimento della missione militare per timore della perdita di altre vite americane e perché l’operazione si sarebbe svolta in territorio pachistano.”Ma la cosa per cui non ho mai perso il sonno era la possibilità di prendere Bin Laden. Giustizia è stata fatta. E penso che chiunque pensi che l’autore di un omicidio di massa sul suolo americano non meritasse quel che ha avuto debba farsi esaminare il cervello”.

APPRFONDIMENTI  Droni e privacy: un rapporto difficile da portare avanti

Chiara Ripamonti

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.