Incendio server Aruba: Adoc e Codacons chiedono risarcimento danni tramite class action

Incendio server Aruba: Adoc e Codacons chiedono risarcimento danni tramite class action

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice PopUnder1][ad#Juice Overlay]

AREZZO, 3 MAGGIO – Venerdì notte la server farm di Aruba, una delle più famose società italiane di hosting, ha smesso di funzionare a causa di un incendio scoppiato ad uno stabilimento della sede di Arezzo. Un incendio che ha colpito le batterie degli UPS, mandando in tilt diversi portali di primissimo piano, generando un caos totale per diverse aziende. Difficilissimo è stato anche comunicare con l’assistenza clienti, presa di mira da privati e non che riscontravano problemi di connessione. Per fortuna l’incendio non ha compromesso i dati conservati ed uplodati , con la rassicurazione da parte della stessa Aruba.

È la stessa società, tramite un comunicato stampa, a raccontare l’evento : ” I server Aruba sono vittima di un down da record (in negativo) da questa mattina alle 4 a causa di un incendio che ha colpito la web farm di una delle più importanti società italiane per l’hosting. Più precisamente ha interessato lo stabilimento ad Arezzo: è un evento di un’entità mai registrata prima in Italia visto che si dovrebbe trattare del più pesante down della storia dell’informatica del Bel Paese, che ha messo in ginocchio centinaia di siti, blog e portali online. Arriva la rassicurazione: nessun dato è stato perso.Sono tantissimi gli spazi internet piegati dall’ingente down dell’hosting Aruba che dalle 4 di questa mattina ha reso irraggiungibili blog e interi portali e di conseguenza migliaia e migliaia di potenziali visitatori per un danno anche economico ancora difficile da calcolare”. La causa, anche se l’incendio sembra essere la più gettonata, è ancora da chiarire e confermare dopo accertamenti tecnici che permetteranno di avere così un quadro completo della situazione.

APPRFONDIMENTI  Droni e privacy: un rapporto difficile da portare avanti

Intanto, in seguito alle lamentele arrivate da parte delle utenze, ( si pensi che il black-out ha colpito più di 1 milione di domini registrati e più di 1,5 milioni di clienti attivi), due associazioni di consumatori, come Adoc e Codacons, stanno valutando in questi giorni la possibilità di richiedere un risarcimento danni tramite una class action ( una causa collettiva) proprio contro Aruba.

Emanuele Ambrosio

 

One Response to "Incendio server Aruba: Adoc e Codacons chiedono risarcimento danni tramite class action"

  1. Class Action  2011/05/04 at 16:58

    La Class Action? soldi soltanto per gli avvocati!

Leave a Reply

Your email address will not be published.