Brescia: in manette la guardia giurata che ha colpito a morte due rapinatori

Brescia: in manette la guardia giurata che ha colpito a morte due rapinatori

BRESCIA, 5 APRILEDuplice omicidio volontario. E’questa l’accusa a carico della guardia giurata che lunedì 4 aprile, a Quinzano d’Oglio in provincia di Brescia, ha ucciso due rapinatori in fuga, trivellando la loro auto con quindici proiettili esplosi dalla pistola d’ordinanza. Gli inquirenti non hanno creduto alla versione dell’uomo secondo la quale i tre malviventi, armati di taglierino e con i volti coperti da passamontagna, lo avrebbero prima minacciato e poi avrebbero tentato di investirlo con l’auto.
[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice PopUnder1][ad#Juice Overlay]

Il vigilantes, dipendente dell’istituto Fidelitas e in quel momento nel furgone portavalori, fermo nel luogo della rapina, è intervenuto non appena intuito ciò che era successo. I tre stavano scappando con il bottino, avevano messo  a segno il colpo nella filiale della Cassa artigiana e rurale di via Cavour: erano riusciti a farsi consegnare 10.300 euro. Otello Astolfi, 62 anni, pluripregiudicato di Lido Adriano (Ravenna) e Ivan Alpignano, 38 anni, di Caselle (Torino) sono rimasti esanimi sui sedili. Dario delle Grottaglie, 29 anni, di Cirié (Torino) che era alla guida, è stato invece rintracciato dai carabinieri e arrestato, dopo aver cercato di far perdere le proprie tracce.

Sull’accaduto continuano le indagini: gli inquirenti sospettano, infatti, che possa esserci una quarta persona coinvolta.

Mariangela Celiberti

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.